VORREI ENTRARE NELLA TESTA DI UN ELETTORE DEL PDL PER RIPOSARMI

Ho aspettato l'oscurità per scrivere, in modo che mi si inferocisse l'anima. 
Ho covato le serpi in seno per ore, status dopo status, foto dopo foto, link dopo link, leggendo i commenti di persone che ho la sfortuna di avere tra i miei contatti di Facebook (e ancor più la sventura di conoscere anche personalmente), in silenzio, come quando mi avveleno per davvero l'anima, spezzandomi l'ossatura sotto il peso di tanta abissale insipienza, aspettando di toccare l'apice di rabbia e sdegno prima di parlare.
Mi perdonerete quindi la prosa, che è non è delle migliori, la sacrificherò per le idee, che possono essere accalorate, ma sono chiare.

Questi signori postano questo tipo di oscenità:
 Porco dio

Per questi signori io MI VERGOGNO. Voglio urlarlo nel momento di furia: VERGOGNA!
Questa comunicazione è mortificante, per queste persone io provo una grandissima, enorme, sconfinata pena. 
Perché seppure non si sia nuovi a questo tipo di infame e imbecille propaganda e benchè si sappia che è sempre il mezzo più efficace per far vincere la controparte guadagnandosi il favore di soli quattro stupidi (ciao Silvio, piaciuti i 35 mila voti in meno a Milano? E la Lega? Come andiamo, eh?), è sempre un DOVERE prenderne le distanze, e DIRLO, con forza, con livore. Ebbene, IO LO DICO: VERGOGNATEVI! 

Che cosa vediamo in questa foto? Quale terribile evento apocalittico si scatenerà con tutta la sua forza distruttiva sulla Milano del 2016? 
Urca! Due giovani donne a braccetto. 
PAURISSIMA. 
E quel signore panzuto sulla destra? 
MORIREMO TUTTI.
Qual è invece il messaggio veicolato? La paura. Codardi due volte. Millantatori. Untori di panico ingiustificato. Coltivatori di xenofobia. Ben più barbari di coloro che vorrebbero far passare per barbari.

Tralasciando per un momento i due candidati alla carica di Sindaco di Milano e i loro programmi elettorali, voglio concentrarmi a questo punto sull'elettorato della signora Letizia Brichetto Arnaboldi, meglio conosciuta come Letizia Moratti, specialmente sull'elettorato sotto i 35 anni, quello con cui io ho a che fare, che par essere il più coglione, perché anche il più istruito, che condivide su un Social Network queste scelleratezze.

Voglio dire chiaro, tondo e per sempre che io DISPREZZO questa propaganda e disprezzo l' elettorato che la diffonde. Questo tipo di elettorato rovina la destra e non parlerò qui ora del superamente della dicotomia destra - sinistra perché mi esplode una vena.

Disprezzo questi yuppies, questi pupazzi, questi retrogradi che ci porteranno al collasso alzando le barriere, questi bigotti che impallidiscono per una bestemmia eppure io, che sono atea, sono tanto una migliore Cattolica di loro. Ingrati e irriconoscenti viziati che dovrebbero passare il tempo a ricordarsi quanto sono stati fortunati, graziati come sono da un'assegnazione random che non li ha fatti nascere nel buco del culo del mondo, ma a Milano 3. Indegni. Credono che il luogo di nascita sia invero una qualche sorta di ricompensa? Spero allora che non esista la reincarnazione e che non dipenda da me, che sono più giusta di loro, perché li spedisco dritti in Zambia la prossima volta, per vedere come se la cavano sul gommone. Perché io non ho un dubbio di essere tra i retti.

Poveri questi pavidi spaventati da due Arabi. 
Signor Pisapia, che la costruisse nella mia via la Moschea, che non ci sono problemi. Ne costruisse due. 
La centrale nucleare la costruisse invece sotto le sue belle balle, se non Le spiace, signor Berlusconi.
Per un lungo periodo, il consolato marocchino è stato nel portone accanto al mio, mai successo nulla.
Una volta invece sono stata rapinata da un ragazzo nord-africano, spaventato più di me.
E allora? Dovrei odiare tutti? No. IO NO. Ne sono uscita più forte, più furba e con meno pregiudizi di prima.
Come dire che sono stata in vacanza in Belgio e un Belga mi ha rapinata, sono tutti criminali allora?
Ho l'intelligenza di capire che l'integrazione è l'unica e grandiosa via. Che lo scambio tra culture è un dono prezioso. Che schiacciare gli stranieri ai limiti della società non farà altro che far esplodere una bomba di merda.

La loro replica? "Sei di sinistra ma ti piacciono i soldi, eh?".
La pochezza, il livello, il disagio. E nemmeno lo sanno. Con questa risposta credono di avere la vittoria dialettica in pugno. Le risa (amare).

Il mio voto per Giuliano Pisapia è ancor più saldo adesso. La mia Milano lo merita. 

E' un momento doloroso. Proprio oggi la Commissione di Giustizia della Camera ha bocciato il testo unificato sull'omofobia. Contro il testo: Lega e PDL.

Vi auguro dei figli omosessuali, perché un giorno possiate capire. Li auguro soprattutto a me.

Appassionatevi. Andate a votare.

-S

128 commenti:

  1. Non posso che dirti..hai tutta la mia stima.
    Non metto una parola in più. Hai detto tutto e nel migliore dei modi. Che schifo.

    RispondiElimina
  2. Ti adoro. Ti linkerò in ogni sito possibile.

    RispondiElimina
  3. Mi sono venuti i brividi a leggere queste cose; io la penso esattamente come te.
    Purtroppo vivendo a Latina, città in un cui molti si definiscono fascisti, sono costretta a venire continuamente a contatto con tali bassezze.
    Spero per voi che il cambiamento sia vicino, dato che qui da me sembra essere purtroppo ancora ben lontano.

    V.

    RispondiElimina
  4. CAZZO CHE POST. MILLE PUNTI. BRAVA.

    RispondiElimina
  5. Che bel post, che meraviglia sentire qualcuno che dà voce ai miei pensieri, alla mia indignazione, allo sgomento e alla rabbia nello stesso modo in cui lo farei io.

    Quando dico alla gente (italiana) che sono scappata dal mio Paese soprattutto per la squallida pochezza che mi vedevo crescere in giro, come putrefazione su una carogna, spesso non ci credono. Non riescono a capire che si puo' soffocare fino al limite della sopportazione in un clima cosi' ostile, bigotto, pressapochista e ignorante. Negli ultimi mesi mi sono spesso vergognata di essere Italiana. E spesso, e un po' forse me ne dispiaccio, ho fatto finta di non esserlo.

    Da lunedi' invece sono più fiduciosa. Almeno, c'è un po' di brezza in quel fetore immobile che abbiamo respirato per anni. Sono entrata a lavoro con un sorriso, spiegando ai miei colleghi cosa significassero tali risultati a delle elezioni comunali di grandi città come Milano (soprattutto), Bologna e Torino (paradossalmente in Belgio ne sanno quasi più di tutta la vicenda Berlusconi di quanto non ne sappia io, che da tempo ho tagliato i ponti con i media italiani, raccapricciata)

    Un po' mi dispiace, mi sento un po' codarda. Codarda per essere scappata cosi' quando le cose andavano a rotoli e magari tornare (tornero' mai?) quando la situazione migliorerà. Ma non ce la facevo. Non ce la facevo a sentirmi più Cristiana di chi si professa ultra cattolico e paladino della morale e a sentirmi schiacciata dalla loro ipocrisia agghiacciante, a sentirmi dire che sono di sinistra ma quando c'è da fare i soldi mi ci butto e "pero' ti piacciono anche a te eh, le borse di Chanel" (???). Non ce la facevo più a vedere questa propaganda spicciola, la gente della mia età che pur studiando e girando il mondo continua ad andare in giro con un paraocchi fatto di cattiveria, ignoranza e discriminazione.
    Quale dialettica, quale intelligenza, quale umanità?

    Potrei continuare per ore a scrivere, ma mi fermo qui. Grazie, grazie grazie, avevo bisogno di sfogarmi un po'.

    Non smettere mai di scrivere, e condividere la tua opinione nel modo in cui hai fatto oggi.

    C'è gente che, come me, ne ha bisogno

    un bacio

    Al

    RispondiElimina
  6. "che ci porteranno al collasso"

    ci stiamo già!
    a me basterebbe non respirare dello schifo nell aria quando arrivo in quella città, ci riuscirà Pisapia a ripulire l aria di milano?

    RispondiElimina
  7. l'islam, quale orrore! gli infedeli che ci hanno strappato Gerusalemme e Costantinopoli! Alla gogna, alle crociate. Deus lo vult.

    Qualcuno insegni a questi signori che è l'emarginazione sociale a creare il disagio e la criminalità e che se proprio dobbiamo additare una religione allora tutte le grandi religioni monoteiste, cristianesimo in testa, brillano per intolleranza verso il diverso. Per fortuna però la maggior tolleranza nel mondo occidentale nasce dall'avere anche tutta un'altra serie di valori laici che si sono formati nei secoli.
    Qualcuno ricordi loro altresì che i famosi tafferugli di via Padova, usati dalla giunta moratti per trovare nell'islamico il nemico oscuro, partirono da latinos sgozzatori infervorati dalle ingenti dosi di alcol nel loro sangue che si misero ad ammazzare gente random... ops sapete i musulmani non bevono alcol, è contro la loro religione...

    Io non difendo nessuna religione, mi fanno cagare tutte e detesto la loro intransigenza più o meno velata e ipocrita, ma credo sia meglio avere una moschea dove le cose succedono alla luce del sole piuttosto che moschee clandestine negli scantinati oscuri della città dove, come ci insegna viale jenner, in quattro e quattr'otto eccoti la cellula terroristica... che se ne facciano una ragione, se vogliono farci saltare in aria lo faranno anche se impediremo loro di avere un posto dove incontrarsi...

    RispondiElimina
  8. Sei una grande Sara, e io pure che ti leggo e ti stimo!
    Valeria Neri

    RispondiElimina
  9. santa saranski da milanò

    non sai quanto ti capisco quando parli di bigotti retrogradi. Io sono in classe con l'ultimo portaborse di la russa, un esempio di tronfio rompipalle lobotomizzato in mocassini grigi.
    Anche se devo ammettere che è emozionante discutere con lui, ha la stessa capacità argomentativa del mio divano klippan.

    RispondiElimina
  10. Massima stima. Diffondo più che posso.

    RispondiElimina
  11. Cara Sarinski, ti seguo con piacere da non molto tempo e già mi piacevi, ma ora che posso dire, ti amo proprio! Il tuo pensiero è anche il mio ed anche se io non sono lombarda mi auguro veramente dal profondo del cuore una vittoria di Pisapia contro quella troglodita della Moratti... perché mi sento una cittadina del Mondo, e non ne posso più di questo sciacallaggio continuo giocato sulle paura atavica della gente per lo straniero, condito da una orribile propaganda di bassa lega! Dopo avere sfruttato le genti di tutto il mondo per millenni ora l'Occidente si stupisce se quello che ha fatto gli ritorna indietro?! Errare è umano ma perseverare è diabolico, non bisogna essere dei geni per capire che la violenza genera solo altra violenza.

    Libertà, uguaglianza, fraternità!

    Daniela

    RispondiElimina
  12. non far di tutta l'erba un fascio Sara! forse avresti dovuto mettere da parte la riduttiva critica all'elettorato (a che pro? non credi anche questa sia prossapocheza) e concentrarti sui programmi elettorali e sui protagonisti!

    RispondiElimina
  13. for president!!!!
    nuda nuda nudaaa!!!

    dajjje de mannaiiiaaaa!!
    nelle vesti della fomentatrice politica, tanta roba!

    aahahahahahahahahahahahahahah!!

    RispondiElimina
  14. All' Anonima V.: sono spesso a Latina per motivi d'ammmòre (e io son di Frosinone) e hai perfettamente ragione.
    Organizzano pellegrinaggi a Predappio D:

    RispondiElimina
  15. io sono commosso nel trovare un articolo di questa caratura su un fashion blog, complimenti

    RispondiElimina
  16. vity mi ha tolto le parole di bocca...questo è pressapochismo...

    RispondiElimina
  17. Thumbs up for you baby!!!
    Ma non a caso, cara la mia vicina, la nostra zona è quella che dà maggiori soddisfazioni.
    Abbiamo resistito 5 anni con questa amministrazione che solo negli ultimi 2 mesi dipinge piste ciclabili e riasfalta strade (per dirne un paio)...Speriamo che il countdown sia davvero cominciato!Perchè finalmente sono fiera di dare il mio voto ad una persona che so che farà un uso onesto della mia fiducia.
    G che ti legge sempre e anche se non commenta ti stima; e se t'incontra ti fa un inchino che manco alla Queen Elizabeth...

    RispondiElimina
  18. Ma queste due signore evidentemente votanti PDL e che non hanno capito che questa è una critica alla società che Sarinski vede intorno a sè e non un elenco dei programmi elettorali sanno almeno il significato della parola "presappochismo"?

    O "presappochismo" è il nuovo "ipocrita"?

    RispondiElimina
  19. Questa è l'unica occasione in cui vorrei essere di Milano e aiutare col voto chi come te ha la voglia di cambiare come vanno le cose e combattere l'ignoranza di chi continua a dare il voto a una destra ormai ridicola sotto ogni aspetto.
    Purtroppo non posso votare (sono veneta e già devo combattere con una ancor salda cultura leghista) ma spero di festeggiare definitivamente con voi la vittoria di Pisapia!

    RispondiElimina
  20. @anonimo: avrei sicuramente apprezzato una critica alla società ma ripeto che ciò che emerge è una critica riduttiva,superficiale e per l'appunto pressapochista(sinonimo di superficiale)all'elettorato di destra! se anche avessi votato pdl non capisco la necessità di rimarcarlo nel tuo messaggio: avrebbe un peso diverso la mia opinione?

    RispondiElimina
  21. Pressapochezza?
    A parte che si dice pressapochismo, in ogni caso non è affatto superficiale disprezzare e criticare gente che vota PdL e Lega. Non ci sono scusanti per supportare l'illegalità manifesta, l'allergia alla democrazia e la barbara ignoranza istituzionale da una parte e il becero populismo, la straccioneria culturale e la xenofobia cieca e sorda (ahimé non muta) dall'altra. Disprezzo? Il disprezzo è poco. Tutti a Piazzale Loreto, dovrebbero stare.

    SARA TU DEVI SCRIVERE.

    RispondiElimina
  22. Sai cosa c'è di fastidioso nella sinistra? Il buonismo gratuito. Poveri, poveri cicci questi islamici. Difendiamoli, orsù! l’Islam che vogliamo tutelare non concepisce il concetto di libertà, né quella personale, né di associazione, né di stampa. Se qualcuno osa obiettare a un qualunque punto del Corano viene ucciso senza processo. Il maomettano non si integra, chiede che ogni suo costume religioso sia rispettato, ma non concede niente ai cristiani perché il vero musulmano non conosce la tolleranza. Ecco, alla luce di queste cose io non condanno il singolo, ma mi terrorizza l'idea che si aggreghino sotto le nostre case. Do you remember l'11 settembre? Adesso io li devo ospitare?
    Adoro quello che scrivi, spesso credo di amarti per il modo in cui dici le cose. Però come ci sono punti di vista differenti sugli Ugg ci sono, e sono anche ustionanti, sulle questioni politiche. Il mio motto è: mai parlare di politica con persone a cui vuoi bene. Perché tanto ognuno continuerà a portare acqua al suo mulino....
    Non imbestialitevi se la penso diversamente, si può tranquillamente andare d'accordo su altro.
    Giulia

    RispondiElimina
  23. Giulia, io non amo l'Islam. È una religione, e come tale non la tollero.
    Però come sopporto la vecchietta cattolica che mi dice che Giovanni Paolo II è santo e che non devo fare sesso prima del matrimonio, così devo "sopportare" chi professa la religione che desidera. Scelte loro. Mi basta che non me le impongano (e costruire una Moschea non è imporre una religione).

    Ci stanno terrorizzando con la paura dello straniero, cosa che è successa fin dall'inizio dei tempi... Io continuo a temere i delinquenti, gli assassini, i balordi di ogni nazionalità, colore e sesso; non temo certo due donne con il velo. È questo il punto, credo.

    RispondiElimina
  24. "do you remember l'11 settembre? adesso io li devo ospitare?" dice già tutto. tu non devi ospitare proprio nessuno giulia, perchè questo mondo non è tuo tanto quanto non è dell'islam nè del cattolicesimo. questo mondo non è di nessuno nè di tutti! una società multiculturale è l'UNICA SOLUZIONE POSSIBILE. ogni popolo, ogni cultura (e, attenzione, non parlo di nazioni, cosa ben diversa) ha lati positivi e lati negativi, ma da ogni popolo e da ogni cultura c'è sempre qualcosa da imparare! tu non li vuoi "ospitare" perchè? perchè sei italiana? perchè ci sono dei confini e una bandiera? non esistono confini, non esistono bandiere, non esistono nazioni. esiste un solo mondo e una sola specie: l'essere umano.

    AGF
    agferrari85@alice.it

    RispondiElimina
  25. @Giulia: do you remember la guerra in Afghanistan (1979 - 1989) con le ingerenze ed i finanziamenti da parte degli U.S.A. agli anti-democratici Mujaheddin? Sono stati per primi gli U.S.A. a spingere in una certa direzione, immischiandosi di rivoluzioni che non erano di loro competenza in chiave anti-comunista; poi, una volta crollata l'Unione Sovietica, se ne sono lavati le mani lasciando un Paese sconvolto e provato dalla guerra civile da loro stessi alimentata, consegnandolo su un vassoio d'argento ai tristemente famosi Talebani. Dopo l'11 settembre gli statunitensi si chiedevano: "Perché non ci amano?" la risposta dovrebbe essere un'altra domanda, ovvero "Perché dovrebbero amarvi?"

    Daniela

    PS: "italiani pizza spaghetti mandolino mafia", "vietato l'ingresso ai cani e agli italiani"; l'emigrazione italiana nel mondo è stata ENORME, e mi stupisco di come la memoria storica di ciò sia andata completamente perduta, ma sicuramente non è un caso che questa pagina della nostra storia sia stata rimossa. Del resto da che mondo è mondo si è sempre usato lo straniero come facile capro espiatorio per ottenere il consenso delle masse coprendo così i problemi reali delle nazioni. Italiani: un popolo di ipocriti? Italiani: un popolo che usa due pesi e due misure?

    RispondiElimina
  26. Un veloce e sempre troppo incompleto commento, me ne scuso in anticipo.

    Amo sempre le critiche, desidererei però che fossero più attente: ho scritto che questo tipo di elettorato (che esiste, l'ho testato con mano per tutto il giorno) rovina la destra. Questo significa appunto NON fare di tutta l'erba un fascio.

    Per il resto, sono d'accordo con quanti accorsi gentilmente in mia difesa (grazie): io ho espresso (e con precisione, non con "presappochezza")il mio disgusto per questa foto, non è mai stata mia intenzione elencare i punti elettorali dei candidati, a primo turno concluso poi mi auguro che i miei lettori siano già ben informati.

    Giulia, non preoccuparti, sei sempre la benvenuta, ma mi trovi molto in disaccordo.
    Inoltre penso che dei criminali e dei semplici fedeli non debbano essere confusi e che tu debba ricordarti cosa è successo PRIMA dell'11 Settembre 2001. Quella non è che una piccola, seppur tragica, parte della storia.

    Grazie a tutti per esservi fermati a commentare. Oltre ai complimenti che mi avete fatto, e per cui vi ringrazio molto, avete scritto dei commenti molto molto belli, grazie per arricchirmi.

    Grazie ancora e sempre.

    -S

    RispondiElimina
  27. Costituzione, art. 12:

    "Tutte le confessioni religiose sono egualmente libere davanti alla legge.

    Le confessioni religiose diverse dalla cattolica hanno diritto di organizzarsi secondo i propri statuti, in quanto non contrastino con l'ordinamento giuridico italiano."

    Tradotto: dal momento che adorare Allah non è ancora in contrasto con il nostro ordinamento giuridico, impedire a queste persone di avere i propri luoghi di culto è ANTICOSTITUZIONALE (oltre che barbaro e incivile).

    Senza contare che nella testa della gente immigrato = clandestino, ma la maggior parte di essi ha regolare permesso di soggiorno, lavora e PAGA LE TASSE. E non possono nemmeno adunarsi per pregare? Ma siete seri?

    Per non parlare del fatto che il problema affonda le sue radici nel colonialismo, nel neo-colonialismo, nell'ingerenza europea nei governi dell'Africa e dell'Asia, in tutta una serie di questioni economiche che non basterebbe un libro per sviscerare. Eppure ci sono tante menti brillanti che tutto abbracciano, tutto comprendono, e in quattro e quattr'otto forniscono la soluzione: Islam = al Qaeda, quindi che se ne stiano a casa loro.

    Se non fosse triste e squallido, sarebbe quasi buffo.

    RispondiElimina
  28. Un applauso per unnemicoalgiorno.

    RispondiElimina
  29. @unnemicoalgiorno: hai centrato in pieno il punto!

    Daniela

    RispondiElimina
  30. Grazie Sara, davvero.
    Soprattutto per aver smerdato quei finti cattolici che insudiciano una cosa in cui credo fortemente (e sai che sono sensibile al tema). Mi rammarico di avere la residenza a Sesto, perché la mia preferenza per Pisapia l’avrei espressa più che volentieri. Giusto lunedì sera ho fatto il grandissimo errore di discorrere di elezioni con una mia amica votante PDL. Male, male, male. Tanto per farti capire la tragggedia, eravamo da McDonald’s e io avevo una fame immondissima e volevo provare il CBO Smokey (e magari pure il Flurry al Brownie), e invece il nervoso mi ha fatto passare la fame e ho ripiegato su un toastino sfigato, come una dilettante. Ma sto divagando. La cojona era basita dal vantaggio di Pisapia, “perché ti pare possibile che la gente vota uno che è stato arrestato?”. COOOSA???? Dopo aver terminato di schiumare bile dalla bocca, le ho detto “Emerita testa di cazzo, prima di tutto è stato assolto per non aver commesso il fatto, secondo ti lamenti proprio tu che voti un minchione che ha almeno 20 processi che lo vedono coinvolto?” (e ho detto 20 perché sono un’inguaribile ottimista). Ovviamente non è stata in grado di rispondere ed è passata al piano B, che potremmo definire “Il capolavoro della massima intelligenza”. Obietta che “eh, ma guarda Sesto che è rossa, guarda quanti stranieri ci sono in giro…tutti a casa loro!” Gli stranieri sono gli stessi da cui lei va a comprare la pizza, di cui cura i figli in oratorio, di cui tanti suoi amici sono amici. Il pezzo di merda è pezzo di merda in quanto tale, non perché straniero. Ci sono pezzi di merda italiani, nordafricani, arabi, americani, rumeni, ecc., ma a questo la gente non ci pensa mai. La xenofobia è sinonimo di ignoranza, ma cchettelodicoaffà, con certa gente questi discorsi sono perle ai porci.

    Lafedeselasente

    RispondiElimina
  31. Vedi Sara, c'è una cosa non capisco. Se mi sembra condivisibile colpire che strumentalizza la paura, non mi pare altrettanto giusto colpire chi questa paura la prova, e magari non sa nemmeno il perché... ma se lo sente nella pancia. Non credo sia sempre sinonimo di ignoranza non amare lo "straniero".
    Voi, e per "voi" intendo quelli che che, come te, vedono nella multiculturalità solo una risorsa, dovreste spiegare a noi perché non dobbiamo avere paura, ma sul serio, però, con calma, non aggredendoci ed etichettandoci solo come, e cito, "questi yuppies, questi pupazzi, questi retrogradi che ci porteranno al collasso alzando le barriere". Perché anch'io faccio parte di quell'elettorato under trentacinque che merita tutto il tuo disprezzo, ma per ora, perdonami, non vedo altre alternative.
    Chiara

    RispondiElimina
  32. Hai anche la mia di stima. Questa gente che per raccattare voti deve trovare per forza un nemico e dargli addosso è ridicola. Hanno rotto, ma rotto forte. Basta con l'odio e la paura per sottomettere dei sudditi. I cittadini hanno bisogno di crescere non di chiudersi in un buco terrorizzati da falsi problemi.

    RispondiElimina
  33. ciò che tu hai scritto corrisponde esattamente a ciò che penso! giuro sono quasi sbalordita di trovare tanta gente con queste stesse idee e soprattutto che sappia argomentarle così bene! le persone con cui mi rapporto giornalmente hanno tutte concezioni molto simili a quelle di giulia (con tutto il rispetto, ognuno è libero di pensare come vuole!) e molto spesso hanno quegli ideali solo perchè sono stati inculcati! vivendo in un piccolo paese calabrese è comune, soprattutto tra i ragazzi, ritenere che i gay sono malati, gli stranieri delinquenti,i mussulmani terroristi (l'avete mai letto il corano?!), e che si professino fascisti senza sapere di cosa parlano e rimpiangono mussolini; ecco la frase di giulia: "ora io li devo ospitare?" per me rappresenta al meglio questa mentalità. che se ne stiano a casa loro no? vengono qui, violentano le donne e ci rubano il lavoro... il territorio italiano ci appartiene vero? quello che tu definisci buonismo gratuito è semplicemente ragionare senza preconcetti! ci sono troppe persone che si indignano se due gay si tengono per mano o se nelle scuole si tolgono i crocifissi, ma accettano di buon grado che il nostro presidente del consiglio sputtani l'italia intutto il mondo! se l'italia è in questa situazione è solo colpa di noi italiani! cmq avrei tanto altro da dire, ma sono di fretta, so di non essermi espressa nel migliore dei modi, se potrò tornerò e mi spiegherò meglio! grande Sara!:) Elisa p

    RispondiElimina
  34. grazie della signora e della spiegazione all'anonimo....

    RispondiElimina
  35. Mi trovi sempre più d'accordo, e da una Roma in ostaggio di quel troglodita di Alemanno auguro a Milano una svolta positiva nella vostra giunta... :)

    RispondiElimina
  36. Sara, hai una testa preziosa e una penna interessante. Volevo dirtelo da tempo e questa volta non ho proprio potuto esimermi :)

    RispondiElimina
  37. "do you remember l'11 settembre? adesso io li devo ospitare?"

    detto tutto. questa frase esprime nel modo più assoluto e nel modo più scabroso una cosa chiamata "ignoranza".

    RispondiElimina
  38. Sara hai tutta la mia stima.
    Diffondere immagini orripilanti come quella che tu hai pubblicato e una sottile e subdola forma di terrorismo, poichè mira a far crescere nell'animo delle persone il terrore (per l'appunto), la paura, l'odio.
    E dunque, queste persone perché si sentono tanto migliori di quelli che additano come potenziali terroristi?
    Loro non sono da meno. Sono solo molto più viscidi e striscianti.
    E vorrei ricordare a tutti coloro che non vogliono stranieri nel nostro Paese, che anche noi italiani siamo stati stranieri nel Paese di altri. Non so se Tripoli vi dice qualcosa.
    A me si, visto che mia madre è nata a Misurata da una famiglia italiana che lì si era trasferita quando la Libia era una nostra colonia.
    Da quel Paese gli italiani sono stati poi mandati via e i libici sono diventati in quell'occasione i "cattivi" della situazione.
    Ora non voglio dare giustizi frettolosi su un popolo che non conosco per esperienza diretta, e non voglio nemmeno parlare in questa sede di quel che proprio in Libia sta accadendo in questi giorni.
    Voglio solo dire che mia madre in Libia ha studiato dalle suore e la domenica andava a messa in una chiesa cattolica che gli italiani avevano potuto costruire lì. Secondo voi avevano chiesto il permesso di costruirla ed è stato loro accordato, oppure l'avevano eretta senza chiedere niente a nessuno perché lo consideravano un loro diritto? Io non so rispondere a questa domanda. Ma il dato di fatto dovrebbe farci riflettere.

    Approfitto dello spazio che ci concedi per aggiungere una cosina sciocca: si, sono di sinistra e possiedo delle Chanel, una Mulberry e una Stella McCartney, e allora? Mi avete rotto le scatole con il vostro sottolinearlo ogni volta.
    Sono di sinistra e dunque non devono piacermi le cose belle?
    Devo andare con le toppe al culo perché voi possiate subito riconoscermi a una prima occhiata così che possiate subito avere un'idea della persona che avete di fronte?
    Perché chiaramente è dalla mia borsa e dalle mie scarpe che voi vi fate un'idea di me e dei miei valori...
    La prossima volta me lo scriverò in fronte in modo da poter fugare ogni dubbio, nel caso la mia borsa non sia abbastanza chiara.
    Scusa lo sfogo, ma non se ne può più.

    Grazie ancora Sara per questo splendido, accorato post.

    RispondiElimina
  39. Come sempre, scrivi in maniera OTTIMA. Essendo in Spagna me ne sono bellamente lavata le mani di ciò che succede in Italia, non potendo votare (anche se il 12 giugno vorrei esserci).
    Di politica non ne capisco un granchè, mi fa schifo, la trovo corrotta, fa acqua da tutte le parti, è vecchia e ogni volta che mi dicono "Italiana? Como està Berlusconi?" mi vengono brividi raccapricianti. Non sono nè di destra nè di sinistra, ma ho deciso, da un pò di tempo, di costruirmi la mia idea di Italia attingendo da una parte e dall'altra.
    Questa volta, spero di aver capito bene!, il problema è incentrato sull'integrazione. Io vivo in Veneto per l'università, regione al 98% leghista, dove ogni musulmano è visto come idiota/stupratore/ladro, non c'è apertura mentale e vorrebbero che l'Islam si estinguesse (la Lega mi fa veramente vomitare). Io penso invece che, essendo nel 2011, l'integrazione sia il futuro. Mi piacerebbe vivere in una città multietnica, dove ognuno ha il suo spazio di preghiera, parla la stessa lingua ma con accenti diversi (dato che siamo in Italia, si parla l'italiano) e ha il proprio negozio di cibarie tipiche. Credo anch'io che la repressione sia solo la fiamma che fa accendere una miccia pericolosa che poi esplodere su di noi, facendoci alimentare l'odio verso questa gente. E' un circolo vizioso!
    Mi fermo qui perchè mi dilungherei
    Sara COMPLIMENTI ancora, scrivi benissimo!

    RispondiElimina
  40. Non mi pare di dover scrivere altro perché avete già detto tutto quello che penso. Come al solito, Sara, non mi deludi e anzi, dai voce anche a me. Ho pubblicato il tuo post in bacheca e lo ripubblicherò a oltranza. Hai una padronanza della lingua invidiabile e sai esprimere le tue idee talmente bene e in modo chiaro, che mi chiedo cosa aspettino a proporti un lavoro come giornalista o scrittrice. Sei una forza della natura, sei meravigliosa. Complimenti ancora, Sara.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  41. Stima per te, come sempre.

    Io ancora, ogni volta, mi stupisco: hai 5minuti per postare cose del genere su facebook? usane altri 5 per informarti davvero! creati un opinione tua, cerca di capire l'effettiva realta' delle cose!
    Perche' con tutti i mezzi che abbiamo a disposizione oggi c'e' ancora qualcuno che vive di sentito dire?!

    "Do you remember 11 settembre?" e' epico, credere sinceramente che al-qaeda sia composto da bravi musulmani e' come dire che il vaticano ospita solo pedofili!

    La paura e' un sentimento utile, l'istinto ti dice di attaccare, vincere o scappare, ok, ma la nostra millantata intelligenza superiore non dovrebbe prevalere e imporci di cercare di capire e conoscere, comprensione, solidarieta', capire che come ha detto Sarinski, abbiamo avuto solo una gran botta di culo a nascere dalla parte ricca della parte ricca del mondo! La chiesa (crociate do you remember? Fascismo do you remember?) scassa le palle che dobbaimo amare tutti e poi?!
    La societa' multietnica e' un destino segnato e inevitabile, possiamo arrivare al traguardo sereni tenendoci per mano aderendo all'integrazione o con tanti piccoli 11 settembre mostrandoci ancora una volta per gli animali razzisti che in realta' siamo (penso che in ogni caso gli animali sian meglio cerebello dotati).
    Resto dell'idea che se gli immigrati fossero tutti alti/biondi nessuno fiaterebbe...
    L'unica cosa di cui dovremmo aver paura e' l'ignoranza.

    Francesca

    RispondiElimina
  42. Amore incondizionato per Sarinski!
    Io dalla provincia più sfigata del Veneto (l'unica in cui ha vinto la Lega e in cui regna la RAZZA PIAVE, voglio morire), incrocio le dita per Milano.

    (comunque nel mio buco di culo leghista c'è una moschea da quasi dieci anni.. controlli su controlli, e mai nulla fuori posto -ma che sfiga oh-, nel mentre il mio italianissimo vicino di casa va in giro a scassinare appartamenti)

    RispondiElimina
  43. Sono di Milano, sono in parte d'accordo con te ma sono soprattutto d'accordo con la ragazza che condivide le mie paure. xke io ho paura, lo ammetto e non me ne vergogno. ma questa mia paura non nasce da meri pregiudizi ma da dati che purtroppo tocchiamo con mano. dovete spiegarci xke e come non avere piu paura.. il mio voto per certi versi rappresenta una sorta di autodifesa, dal momento che nessuno ha sin ora prospettato mezzi alternativi.

    RispondiElimina
  44. La cosa ridicola è che poi vanno a NY e lì va tutto bene, mangiano etnico, si sentono meno provinciali e molto più fighi. Poi tornano a casa a cagare il cazzo.

    RispondiElimina
  45. Brava Sarinski.
    Quella meravigliosa immagine di propaganda parla da sola per lo schifo che fa.
    Non si dicono la pochezza e l'ignoranza dello stupido parvenu che ha pensato bene di condividerla, sentendosi anche ganzo, magari.
    Comunque sia, essere al ballottaggio non è tutto, ma è sicuramente qualcosa.
    Che poi per la nostra generazione andare a votare parrebbe non essere più un diritto e un dovere, tanta gente semplicemente non ci va o ci va e disegna i cuoricini sulla scheda. Ovviamente non voglio fare di tutta l'erba un fascio, ma ho sentito anche di queste storie che mi hanno riempita di amarezza.

    RispondiElimina
  46. è facile riempirsi la bocca di belle parole..."la multiculturalità è il futuro" la praticità dei fatti è un'altra cosa..e neanche voi chiusi nella vostre idee utopistiche sapete dare ragione di ciò! è tutto questo è molto triste!

    RispondiElimina
  47. A mio avviso stai facendo un ritratto dell'elettore del centro destra pieno solamente di preconcetti e supponenza.

    RispondiElimina
  48. "..in ogni caso non è affatto superficiale disprezzare e criticare gente che vota PdL e Lega."
    "Disprezzo? Il disprezzo è poco. Tutti a Piazzale Loreto, dovrebbero stare."
    QUESTA è L'IGNORANZA CHE FA PAURA!

    RispondiElimina
  49. Avete appena visto:

    l'elettore di destra punto sul vivo, probabilmente amico di Facebook di Sarinski, che usa 3 commenti al posto di 1.

    RispondiElimina
  50. Non credo che la tua analisi sia tanto diversa dal dire "gli stranieri sono il male". Dici di non fare di tutta un'erba un fascio ma non mi pare.
    La paura che abbiamo (sì, io ce l'ho) non deriva da un discorso razzista, ma da fatti. Se tanta gente ha questo tipo di sensazione non penso proprio sia per motivi razzisti. Se fossi razzista non dovrei andare all'estero in vacanza, e invece sono andata un sacco di volte in Africa, x esempio. Come la mettiamo?
    Trovo molto utopistico dire "vogliamoci tutti bene, siamo tutti fratelli". Purtroppo non è possibile, quindi, che si fa?
    Fairy

    RispondiElimina
  51. Ringrazio l'anonimo delle 16:08 che coraggiosamente mi apostrofa come ignorante senza nemmeno firmarsi; detto questo il punto vero è che questi incompetenti che abbiamo al governo preferiscono seminare odio, terrore e chiusura mentale con i loro slogan sensazionalistici innanzitutto perché sono sicuri di avere un elettorato mediamente poco ricettivo e analitico che funziona da cassa di risonanza perfetta, in secondo luogo perché, essendo appunto incompetenti, non sono in grado di elaborare una politica saggia sull'immigrazione e per tappare la falla cercano di far credere che nel 2011 cacciare tutti fuori sia possibile.

    Movimenti ultranazionalisti e xenofobi ci sono in tutta Europa e guadagnano terreno, quindi non è che siamo un caso isolato, tuttavia io preferisco sempre guardare a un paese moderno e avanzato come la Germania che quando c'è stato bisogno ha assorbito 400.000 slavi senza andare a piangere dall'Unione Europea e riuscendo a integrarli abbastanza bene nel tessuto sociale. A dimostrazione che l'integrazione è possibile, ma solo su una base di buonsenso e civiltà.

    G.

    RispondiElimina
  52. Grazie a tutti...davvero.

    Sono felice di essermi imbattuto per caso in un blog scritto da persone di cultura medio-alta e animate da una sana passione per ideali socio-politici (non come la Santanchè che urla a caso, assimilando la Gioconda a una prostituta che fa finta di suonare un violino).

    Per quanto io mi sia sempre ritenuto persona di DESTRA (buona famiglia cattolica, istruzione dai Salesiani - gli stessi di Silvio, buon lavoro profumatamente pagato - ma guadagnato cazzo!) ho votato per la prima volta a sinistra...e mi sento sollevato (non felice).

    Dopo anni di oblio mi rendo conto che, come direi da buon consulente, l'approccio che l'Italia ha verso l'immigrazione è una manovra fallimentare di breve termine (un po' come imporre dazi all'import cinese per tutelare l'"italianità" - cazzo sia poi non l'ho mai capito)...mentre dei piani di integrazione ben progettati (che NON vuol dire adeguarsi ad altre culture in modo mono-direzionale, ma influenzarsi per giungere ad una sintesi culturale - possibile, ancorché difficile, essendo islamici e cinesi piuttosto restii all'integrazione) è un percorso sensato ed OBBLIGATO.

    Quindi, speriamo che il futuro ci riservi buone nuove.

    Ciao,
    Dave

    RispondiElimina
  53. grazie per esserti esposta sarinski, grazie

    RispondiElimina
  54. "è facile riempirsi la bocca di belle parole..."la multiculturalità è il futuro" la praticità dei fatti è un'altra cosa..e neanche voi chiusi nella vostre idee utopistiche sapete dare ragione di ciò! è tutto questo è molto triste!"

    La cosa triste è non accettare il fatto che per andare avanti il primo passo da fare è accettare, capire e perlomeno tollerare chi la pensa diversamente da noi. Cosa proponi tu? Fammi capire, visto che almeno PARE che noialtri qualche idea per andare avanti ce l'abbiamo...

    RispondiElimina
  55. @lbetty:parlo ostrogoto?? Mi stai rigirando la domanda implicita che ho fatto io!!! idee per andare avanti da voialtri non ne ho lette (da ciò scaturisce il mio commento) a parte "la multiculturalità è la soluzione"..e si era capito!

    RispondiElimina
  56. @ Chiara (messaggio delle 10,25)

    Provo a risponderti io.
    Colui che tu chiami "straniero" è te stessa nel momento in cui ti rechi in un altro paese; siamo tutti "stranieri" rispetto a qualcun altro, così come siamo anche tutti "diversi" rispetto agli altri.
    Cosa penseresti se, che so, un Australiano, ti dicesse che ha paura di te perché sei straniera? Penso che lo troveresti illogico ed irrazionale, no?

    Tu non sei una persona ignorante (mi fido della tua parola), sei semplicemente una persona affetta ad etnocentrismo culturale, ossia una persona che giudica le altre culture a partire dalla propria, ritendendo quest'ultima migliore rispetto alle altre.
    Inoltre potrei anche dirti che spesso ciò di cui si ha paura, ciò che si teme di più, è proprio quello che non riusciamo ad accettare di noi stessi (Freud); tant'è che gli omofobi, ad esempio, sono persone che, pur riconoscendo una componente omosessuale in loro stessi, faticano a farsene carico e ad accettarla.
    Il mio suggerimento è quello di cercare di capire che cosa di te stessa ti spaventa così tanto, invece di domandarti come mai, "ti senti questa paura nella pancia" al pensiero di incontrare "uno straniero". Ma poi, non ho capito, hai questa paura anche quando sei tu a muoverti e ti rechi all'estero?
    Perché forse magari si tratta di una vera e propria fobia per cui magari potresti ricorrere ad uno specialista (non sono ironica, eh, e non ti sto nemmeno sfottendo).

    L'aggregazione culturale, il multilinguismo, la multiculturalità è una risorsa non solo perché è fonte di arricchimento (culturale!), ma soprattutto perché ci fa capire che - al di là delle differenza di lingua, di costumi, di abitudini, di riti, di religioni, di letteratura ecc. - siamo tutti appartenenti ad una medesima razza: quella umana, appunto.
    A me sembra assurdo che si faccia fatica a comprendere questa cosa. Sul serio, trovo questo atteggiamento di chiusura davvero pericoloso.
    Chiara, posso confessarti una cosa? A me, piuttosto, fanno paura le persone come te :-D

    Per finire: nessuno ti chiede comunque di "amare lo straniero" (riporto le tue stesse parole), quanto di rispettarlo, semmai.
    Amare è una parola grossa, è difficile riuscire ad amare persino i membri della propria famiglia (in alcuni casi) e non si può pretendere di farsi stare simpatico tutto il mondo. Però bisogna rispettarlo. "Lo straniero" chiede di poter vivere la propria vita - così come tu stai vivendo la tua - e se ha scelto di venire nel tuo paese è per cercare di avere le tue medesime opportunità: opportunità che nel suo luogo natale gli sono state negate, guarda caso, proprio a causa dello sfruttamento di noi occidentali.
    Perché dovrebbero esistere cittadini di serie A e di serie B? Non siamo tutti esseri viventi?
    Inoltre, non lasciarti condizionare da quello che leggi sui giornali: gli episodi di violenza da parte degli stranieri non sono superiori rispetto a quelli commessi dagli Italiani, è solo che gli si dà più rilievo.
    Perché i giornali non scrivono mai invece di tutte le persone straniere che lavorano 12 ore al giorno provvedendo, peraltro, a sostenere la nostra economia (per di più con una paga da fame)? Semplice, perché non farebbe notizia. Mentre scrivere dello straniero che ruba, ad esempio, serve a sostenere una certa propaganda xenofoba.

    Prova a ragionare con la tua testa anziché leggere i giornali, prova ad aprirti al prossimo, ché hai solo questa vita (esattamente come ne ha una soltanto "lo straniero") e potresti accorgerti un giorno di averla sprecata a causa di una paura ingiustificata.

    Un saluto a te e, ovviamente, a Sarinski, di cui apprezzo molto l'ironia ;-)

    RispondiElimina
  57. Cari lettori,

    è con dispiacere che dico che ho letto tante cose sciocche.

    Specialmente da parte di un anonimo che, non ne dubito, come dice bene l'altro anonimo, probabilmente è proprio una delle menti brillanti che vota PDL e che ha condiviso queste schifezze, che persona sfortunata.

    Qual è la proposta? (E qui ho dubitato davvero di voi) ma è nel post stesso: Pisapia nello specifico per Milano, ma soprattutto la proposta è in ognuno di noi.

    Vi racconto questa breve storia: il Sarinski padre è un uomo che per me è tuttora un mistero. Razzista, ma in fondo buono. Di destra da sempre, voterà Letizia Moratti. Quando ha aperto una pizzeria gestita da Egiziani sotto casa mia, nei primi anni 2000, mi ci ha messo il veto e ne ha parlato male per giorni e giorni. L'ha dipinta come l'inferno. Come se servissero carne umana. Io ne avevo davvero un'immagine diabolica. Mi ha terrorizzata. Sono convinta che ci abbia scagliato contro anche delle maledizioni.
    Ora, un decennio dopo, i pizzaioli egiziani riconoscono la sua voce al telefono quando prendono le ordinazioni. Finiscono le frasi per noi. Eppure mio padre all'inizio ne aveva paura. Li disprezzava.

    La soluzione per me è questa. Sempre che debba esserci una soluzione perché per me è già sbagliata la formulazione del concetto.

    Sapete cosa mi sono figurata oggi sul tram? Ho pensato che la storia insegna. Da sempre i flussi migratori sono esistiti. Da sempre il rifiuto dello straniero ha portato violenza. Da sempre si è risolto. Penso che i nostri nipoti, che avranno conosciuto magari le loro fidanzatine o i loro fidanzatini sui banchi di scuola, date le sempre più numerose classi con presenza di stranieri, ci guarderanno come noi guardiamo alla società americana degli anni '60 che discriminava le persone di colore. Cosa pensate voi stessi di queste persone? Quanto torto avevano? Quanto le disprezzate? Io moltissimo. Io vorrò dirlo chiaro e tondo ai miei nipoti che non ero un'imbecille.

    Avete mai visitato la moschea di Parigi? Cercatela su Google. Una perla. Un posto meraviglioso. Mi piacerebbe che ci fosse un luogo simile a Milano.

    E' come per gli aborti, come per la droga, come per la prostituzione: imperdire le cose le ha mai fermate? O forse è meglio controllarle? Ma in fondo, di cosa stiamo parlando? Una Moschea in Italia è perfettamente legale (Articolo 8 della Costituzione), come l'aborto. Io ora spero che lo diventino anche la droga e la prostituzione, per essere controllate e per stroncare le organizzazioni criminali che le gestiscono.

    Di quali fatti e dati parlate? Di quelli che sentite a Studio Aperto? E come ha detto bene una commentatrice, quanti stranieri lavorano invece per voi in modo onesto?

    Conto i miei in una giornata tipo: c'è una signora dell'est Europa che mi pulisce la casa; quando esco c'è un ragazzo che mi pulisce le scale del pianerottolo e mi fa sempre dei gran sorrisi e gli auguro sempre buon lavoro; quando guardo dal finestrino del tram ci sono muratori stranieri che asfaltano le strade o potano le aiule; al lavoro gli stranieri sono miei clienti, per le fotocopie dei passaporti dei figli, per le buste in plastica in cui ordinare i documenti, per i post-it; a cena mi preparano la pizza; la mattina all'alba ritirano la pattumiera del mio palazzo.

    E' per questa gente che io ho rispetto. Cittadini del mondo, come me. Non per l'elettorato che ho descritto, che ATTENZIONE, conosco, che non sto presupponendo. Non ho detto mai che esiste solo quello. Anzi, ho detto che rovina la destra. Sto parlando di una categoria di coglioni. Io non capirò mai uno che vota PDL, ma non sono tutte teste di cazzo. Non l'ho mai detto. Coda di paglia?

    (continua)

    RispondiElimina
  58. E vi rimbalzo la domanda, anche se di riempirsi la bocca di "fare di tutta l'erba un fascio" ne ho piene le palle: si generalizza sugli immigrati, siete i primi a farlo, ma sull'elettorato non si può? Tanto più che io non l'ho nemmeno fatto!

    Esigo più attenzione dai miei lettori la prossima volta, che siano critici o no.

    E' con sommo piacere che dico invece che ho letto cose molto interessanti. Che sono piena di gioia per quello che ho letto e perché non mi aspettavo il tale successo di questo post. Non deludetemi. Facciamo vincere Pisapia. Se Pisapia farà cagare glielo diremo. Ne voteremo un altro. Ma se non andate a votarlo o se non andate a votare in generale non entrate mai più in questo blog e non guardatemi più in faccia.

    Con stima per alcuni (molti) e con disprezzo per altri (per fortuna pochi) vi ringrazio di cuore e vi saluto.

    Ora possiamo tornare a parlare di cose serie: tipo le scarpe.

    -S

    RispondiElimina
  59. No, ancora un attimo:

    Anonimo, non parli l'Ostrogoto, ma evidentemente non capisci neanche l'Italiano, molti ti avevo già risposto.

    Inoltre voglio rivolgermi alla cara Chiara: Chiara, hai ragione, chi deve essere colpito più duramente (e proprio contro costoro è la mia invettiva) sono coloro che seminano il panico, e proprio tu, che sei stata ingannata da questi farabutti, dovresti essere la prima e la più arrabbiata di tutti. Ascolta con attenzione le parole di Biancaneve, che sono dolci e che sono preziose.

    Avete paura che gli Islamici non si integrino? Allora mi sembra che non ci voglia una laurea in Astrofisica per capire che ghettizzarli o respingerli non è proprio l'idea più brillante.

    RispondiElimina
  60. "non è affatto superficiale disprezzare e criticare gente che vota PdL e Lega". Alla Faccia.

    mi hai ispirato per un post, grazie. E' opposto rispetto al tuo pensiero, ma spero che dalle opinioni divergenti possano nascere confronto e RISPETTO, sempre. Altrimenti non parilamo di politica ma di ideologia. Un'idea politica diversa dalla propria non è necessariamente inferiore o disprezzabile, solo diversa.
    Wannabefre

    RispondiElimina
  61. Il problema non penso proprio che sia l'odio per lo straniero in quanto tale. Io sono di destra, cresciuta in una famiglia di destra (non militanti, ma cmq di quell'orientamento), che non mi ha mai inculcato l'idea che lo straniero sia il demonio, anzi. Ho visitato un sacco di posti in giro per il mondo con i miei genitori, sono stata tante volte in Africa, se è x questo.
    Come sono cosciente del fatto che tanti lavori purtroppo gli italiani non li vogliono più fare e che se non ci fossero loro (stranieri) nessuno li farebbe più.
    Io dico che se ci sono delle leggi vanno rispettate: possono entrare XXXX extracomunitari all'anno? Bene, l'"XXXX e uno" non può venire, altrimenti andiamo al collasso. Non mi sembra difficile nè razzista come concetto.
    Altra cosa: non è questione di razzismo, ma mi spieghi perchè, x es., gli extracomunitari in tanti paesi devono avere punti in più sulle graduatorie sugli asili nido? Per quale logica?! Io lo trovo assurdo, ma non perchè debba essere il contrario, ma semplicemente perchè devono considerare solo determinati parametri UGUALI X TUTTI, indipendentemente dalla provenienza.
    Altro capitolo sono invece i ROM, sui quali, mi spiace (ma neanche tanto), ma ho la mia idea: sono persone che NON si vogliono integrare, che arrivano e PRETENDONO case (ma scherziamo????), che delinquono, che non hanno nessun interesse a far studiare i figli, etc. E mi spiace ma io queste persone non le voglio. E sfido chiunque di voi che la pensate come Sara a dire che dobbiamo accoglierli, etc etc. Non siete forse voi i primi a stringervi la borsetta quando ne vedete uno? Siete forse felici se un campo rom viene costruisto vicino casa vostra? Potete forse dire che sono brave persone?? NO.
    Concludo dicendo che tu (voi), che insulti l'elettore medio di destra, non sei tanto diversa dal pensiero che critichi, cambia solo il colore.
    Silvia

    RispondiElimina
  62. Silvia il mondo non è tuo. E' tuo nello stesso modo del cittadino XXXX I che probabilmente, date le tue parole stupide e infamanti che dici e di cui dovresti vergognarti, è molto più meritevole di te, che non capisci nulla.

    Inoltre, leggi, prima di venire qua a fare figure di merda: lettore medio? LEGGI SILVIA, LEGGI!!!
    Bellamerda di commento, ma in fondo fa piacere perchè ti sei palesata per la tua ignoranza e il tuo commento ora rende più chiaro quanto sarinski abbia ragione.

    Spesso i commentatori che le sono avversari la rendono migliore.

    grazie per questo post Sara, per questa discussione che ho letto in silenzio, come te quando ti sei arrabbiata.

    Quando uno è stronzo je devi dì che è stronzo non che è stupidino.

    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  63. Strepitosa. Quello che hai scritto mi riempie di speranza e fiducia in una Milano migliore, per voi e per tutti coloro che vi abitano, che la vivono, indipendentemente dalla nazionalità di appartenenza.

    Qualche giorno fa ho scritto sul mio profilo Fb che sperei immensamente che il vento di cambiamento che pare stia soffiando in Lombardia si portasse via il nostro Lombardo (governatore della Sicilia) che tanto male sta continuando a fare a questa terra, forse ancora peggio di quanto abbia fatto Cuffaro. Il male di Lombardo è più subdolo, più nascosto, più burocratico e in sordina. E' il male delle cliniche private in mano ai mafiosi, è il male delle concessioni edilizie, è il male dei fondi pubblici sperperati e regalati agli amici degli amici. E' il male dei grandi proclami senza contenuti reali.
    E la cosa ancora più triste è che qui il PD avalla e sostiene tutto questo. Che vergogna. Che umiliazione.

    Da oggi, hai una nuova lettrice. Ti stimo molto.

    Saluti,

    S.

    RispondiElimina
  64. Ma la vostra apertura mentale in cosa consiste?
    Voti destra? allora mi dispiace ma non capisci nulla, non sei una persona intellettualmente onesta e sicuramente non hai una cultura ma sei semplicemente una persona vuota senza spirito analitico e se il tuo partito ti dice che saltare dal ponte è una cosa giusta allora tu lo fai. Sicuramente sei razzista, pieno di soldi e ignorante.
    Voti sinistra? allora mi piaci perche hai avuto l'intelligenza di capire il mondo e di non conformarti ad un pensiero bigotto, e seiin grado di pensare con la tua testa.
    questo è ciò che si evince da tutti questi commenti (oltre ad una certa dose di cattiveria e violenza). Complimenti per la vostra apertura mentale!
    Elisa

    RispondiElimina
  65. Elisa (ma anche Silvia), puoi leggere meglio per favore? Grazie.
    E tre.

    RispondiElimina
  66. che discussione sterile. non si arriva da nessuna parte. ognuno resta della propria opinione e non ci sono punti d'incontro.

    RispondiElimina
  67. Sei una grande!!
    Solo questo.

    Con affetto, Sara

    RispondiElimina
  68. Anonimo invece tu grande apporto con questo commento eh.Credo che non si arrivi da nessuna parte (non è nemmeno vero questo ma passiamotelo) perchè quando si mostra per due ore un maglione BLU e le critiche che vengono mosse partono dalla base che il maglione sia BIANCO c'è UN PROBLEMA di ATTENZIONE.Forse i tuoi lettori non sanno cosa significa "dicotomia", Sarinski, o "categoria" o "parte" o "li conosco" o "supponenza" o "pregiudizio".Tu invece lo sai, ne sai di roba.Fate scrivere questa ragazza, che qualcuno si accorga di lei, io diffonderò questo post il più possibile. Grazie davvero,una tua nuova lettrice.

    RispondiElimina
  69. Non ci vuole un genio per capire che ci sono alcuni popoli (non tutti per fortuna) che sono incivili, pieni di odio e distruzione, che si ammazzano tra di loro senza pensarci 2 volte, che non hanno rispetto per la vita umana.
    Che giudicano gli italiani, che non hanno rispetto per le nostre tradizioni, e sono pieni di odio a prescindere dal disagio sociale o meno.
    Naturale che non si debba fare dell'erba un fascio, ma non so se tu vivi nel mondo delle fiabe, a me sembra che più immigrati=più criminalità.
    Anche io conosco bravi egiziani che mi cucinano la pizza, ne conosco anche altri che si accoltellano sotto casa.
    Semplicemente, anche se mi dispiace che a rimetterci siano le persone che hanno tutte le buone intenzioni di questo mondo di venire, lavorare e farsi una famiglia, ma proprio perchè non riusciamo a controllare e respingere i buoni piuttosto che i cattivi (o bisognerebbe fare una selezione all'ingresso) non possiamo correre il rischio che questo paese, già in carenza di soldi e lavoro, venga definitivamente sputtanato da persone straniere a cui non frega un cazzo della nostra terra.
    Perchè è così che sarà. Le favole non esistono, non esisterà mai l'integrazione, e un mondo a rose e fiori con gli arcobaleni nel cielo. In parte per colpa di alcuni "malpensanti" e in parte per colpa di persone che vengono in italia solo per fare i criminali e i violenti.

    RispondiElimina
  70. E aggiungerei brevemente una cosa... Perché avete paura o comunque diffidate solo degli islamici? Se venissero qui in Italia a cercare una vita migliore gli americani (per fare un esempio), dunque stranieri scommetto che non avreste gli stessi problemi. Sono le vostre stesse paure (di cosa, poi?) che vi mettono un freno. E per ribadire un concetto ormai logoro, vi vorrei ricordare che gli Italiani sono sempre emigrati altrove...

    RispondiElimina
  71. Anzi, volevo dire un'altra cosa, Sara mi perdonerai per l'intrusione spero. Fino a qualche anno fa gli abitanti del nord trovavano inaccettabile che i meridionali venissero a "invadere" le nostre città ed erano considerati allo stesso modo: dei criminali, ladri, svogliati ed estremisti. Poi guarda un po', quando ci si è resi conto che fare di tutta l'erba un fascio era non solo sbagliato, ma assurdo. Il "problema" è passato non solo in secondo, ma in terzo, quarto, quinto piano, solo per non dire che non è scomparso... Sveglia gente, vi fanno credere che c'è da avere paura quando nella maggior parte dei casi è immotivata.

    RispondiElimina
  72. Bo ma ragazzi viviamo nello stesso paese? Perchè a me sembra che di criminalità e violenza ce ne sia già fin troppa e partendo dal presupposto che non si può decidere chi entra buoni o cattivi dobbiamo tutelarci, e tutelare il futuro dei nostri figli..facile schierarsi sempre dalla parte degli indifesi e sfortunati, a me non interessa chi abbia ragione o meno, solo vorrei un mondo più sicuro, e di certo fare gli ospitali e i generosi davanti a gente che ti vuole violentare o rapinare non farà accadere il miracolo..certo non facciamo dell'erba un fascio ma sono quelli buoni che provengono da quei paesi ad essere un'eccezione e ce ne sono ben pochi in giro.
    Sam.

    RispondiElimina
  73. Betty ma che c'entrano i meridionali e gli americani con questo? Vuoi per caso paragonare i meridionali con gli islamici?
    Io ho viaggiato tantissimo, e credimi in quei paesi, se tu vai, neanche ti rivolgerebbero la parola, perche' sei donna.
    Se neanche considerano le donne, che razza di integrazione vuoi fare?
    Sam

    RispondiElimina
  74. purtroppo questo è il grave problema della sinistra e del suo elettorato...si riempiono la bocca di belle parole ma di fare i fatti e proporre idee concrete non se ne parla! siamo tutti fratelli ma il campo rom (esempio!)dietro casa non lo voglio! e a tal proposito mi viene in mente uno sketch di luca e paolo al festival di sanremo sul comportamento dell'elettorato di sinistra (c'era anche quello di destra: attenzione!)mai comicità fu più vera! che ipocrisia!
    p.s. @biancaneve:il consulto psicoterapeutico telematico mi mancava:direi che stiamo scadendo veramente nel ridicolo! e parlo con cognizione di causa da psicologa psicoterapeuta!

    RispondiElimina
  75. Grazie a questo tipo di commentatori, il mio articolo risulta ancora migliore, grazie per le brutture scritte. Non ho mai sentito tante inesattezze tutte insieme.

    RispondiElimina
  76. Noo...ma grazie a te! Non sapevo di vivere nel mondo delle fiabe della disney..ora che ci penso il mondo è più bello se lo vedo da questo punto di vista.

    RispondiElimina
  77. Ma come puoi pensare di integrarti con chi ti discrimina a sua volta solo perchè sei donna? Dai per favore..
    Sam

    RispondiElimina
  78. Il mio compagno di banco era mussulmano, non mi ha mai discriminata un giorno in vita sua. Prentendo il vostro silenzio ora.

    RispondiElimina
  79. @ Anonimo delle ore 16,19.

    Io sarò scaduta anche nel ridicolo, ma di certo ho saputo motivare le mie argomentazioni, senza, peraltro, offendere nessuno (visto che mi sono espressa con toni pacati ed educati).

    Tu, al mio contrario, dimostri invece - dietro questa patina rancorosa che traspare dai toni, e meno male che eserciti anche la professione di psicologa-psicoterapeuta - di avere scarsa capacità dialettica, nonché (diciamolo pure) scarsa proprietà di linguaggio.

    Il consiglio che ho dato a Chiara è un consiglio sensato: "quella paura di pancia verso lo straniero" è una paura irrazionale ed immotivata, e, come tale, necessiterebbe forse di un aiuto. E' lo stesso identico consiglio che darei a chiunque mi dicesse, che so, ad esempio, di avere paura ad andare in aereo, o di avere una fobia per i luoghi chiusi o i bottoni.

    Inoltre, leggi bene: io NON ho fornito alcun tipo di aiuto psicologico telematico, ho solo consigliato semmai, di rivolgersi ad uno specialista. Che è cosa ben diversa.

    E almeno abbi il coraggio di firmarti.

    @ Sarinski:
    il tuo post è stato chiarissimo. Ti sei giustamente espressa contro il razzismo becero ed ignorante.
    Il problema di chi continua a scriverti che allora anche tu che sei di sinistra non sei aperta di mente perché critichi la destra ecc. (quando hai invece chiaramente e lucidamente scritto che è contro un certo di tipo di elettore che hai preso posizione e non contro tutti quelli che votano a destra tout court), è un problema di comprensione, ossia di pregiudizievole supposizione, per cui vogliono leggere solo quello che si aspettano di leggere, senza prestare una vera attenzione.

    RispondiElimina
  80. Che cazzo c'entra il compagno di classe? Ma stai veramente scherzando? Ma in che mondo vivi?
    E poi non essere così arrogante da pretendere il silenzio di nessuno, visto che ti dici così aperta alle critiche.
    Ci sono milioni di persone, che arrivano qui, schifano la nostra terra, le nostre tradizioni e culture mentre in terra loro, guai se non ti comporti come dicono loro, e si sa che le donne sono considerate inferiori, lascia stare quel povero ragazzo del tuo ex compagno di classe, fatti un giro nel mondo, non che esci per strada, e guardi quello che ti fa comodo vedere.
    E non permetterti di zittire più nessuno, che si scontra con il tuo superbo moralismo.

    RispondiElimina
  81. Mi ricollego al commento qui sopra che ho appena scritto..
    Che poi fai l'esempio del compagno di classe, come se dovesse redimere il mondo musulmano intero. vai a vedere quante donne lapidate e uccise per stupidaggini.
    Sam.

    RispondiElimina
  82. @ anonimo

    vai a vedere quante donne e uomini sono stati bruciati e lapidati (due su tutti: Ipazia e Giordano Bruno, in particolare per quest'ultimo la Chieda, ancora oggi, ha confermato la giustezza della condanna) dalla religione cattolica.

    E vai a parlare con un fanatico cattolico, poi vediamo quanta apertura dimostra.

    Quello che sto cercando di dire è che il problema non è la religione islamica, ma il fondamentalismo religioso, a qualsiasi religione appartenga.

    E quindi, perché questa identificazione costante tra immigrati e Musulmani? I Musulmani non sono tutti fondamentalisti e gli immigrati non sono tutti Musulmani (ci sono anche i laici, o quelli che credono, ma non gliene importa nulla di professare). Esattamente come succede a noi Italiani.
    Io, ad esempio, sono laica. E mi scoccerebbe assai, andando a vivere in un altro paese, che mi etichettassero come "cattolica".

    Certamente anche io sono contro i fondamentalisti islamici che uccidono e maltrattano le donne, ed in generale sono contro qualsiasi forma di abuso del più forte sul più debole.
    Quello che bisogna capire però è che NON tutti gli immigrati sono fondamentalisti.
    Sarebbe come discriminare tutti gli Italiani perché alcuni sono mafiosi.

    RispondiElimina
  83. Sarinski: "Anonimo ha detto...

    Mi ricollego al commento qui sopra che HO appena scritto.."

    Dai questo voglio credere che sia uno che trolla, che non che sia serio, è qua a fingersi due persone, che patetica figura, grande tu invece. Grande anche Biancaneve.

    RispondiElimina
  84. anonimo delle 17.52, penso proprio che sia tu che ti stia sbagliando, sam non sta fingendo di essere due persone diverse semplicemente ha scritto un commento e avendo dimenticato di dire tutto ciò che voleva ne ha scritto uno immediatamente dopo dicendo appunto "mi ricollego al commento qui sopra che ho appena scritto"...Almeno credo proprio che sia cosi..

    RispondiElimina
  85. la religione cattolica ha fatto delle grandi cazzate nella storia però ora siamo nel 2011 e certi errori non vengono più commessi, ora non penso che Benedetto XVI si metta ad invocare la guerra santa contro gli infedeli..poi tutto ci sta però lo dubito fortemente.. non è il musulmano in se che preoccupa ma è il dilagante fanatismo religioso che si vede in ogni tg. nella religione musulmana la donna è rappresentata quasi come una creatura perfetta, è la religione che più la esalta e la sublima però di fatto la realtà è diversa, nei paesi dove il fanatismo islamico dilaga se una donna sposata viene stuprata e rimane incinta poi viene lapidata perche ha tradito il marito..
    quello che spaventa è questo, il bagaglio culturale che alcuni islamici si portano appreso, il padre che ammazza la figlia perche frequenta un ragazzo italiano è forse un terrorista? No assolutamente, era un grande lavoratore e una persona a detta dei colleghi assolutamente tranquillo però ha ammazzato la figlia..perche usciva con un ragazzo italiano e voleva vivere come facciamo noi in Italia.. e come se non bastasse la madre difendeva il marito..
    è la cultura che spaventa, i dogmi illogici che hanno inculcati nella testa, il disprezzo che hanno verso la nostra cultura e le sole pretese che hanno.

    RispondiElimina
  86. @anonimo delle 18.28 vaglielo a spiegare!!! mi arrendo, è inutile...ciao! una fa l'esempio di Giordano Bruno...vuoi colloquiare con gente così??

    RispondiElimina
  87. Io Italiana in Danimarca ho visto, qua, piu' arabi (e non so se mussulmani) che in tutta la mia vita in Italia e il tasso di criminalita' e' uno dei piu' bassi al mondo. I danesi hanno scoperto un test per distinguere i buoni?! Non credo proprio, semplicemente ti mettono nelle condizioni di integrarti, senza distinguere cittadini di serie A e serie B.

    Certo e' che se io arrivo in un paese e mi etichetti come "musulmano cattivo integralista criminale" senza sapere chi sono, da dove vengo o perche' ho rischiato la vita per arrivare qui, che devo fare io? leccarti le scarpe? "zi padrone"?!
    La guerra santa sara' roba vecchia, ma l'opposizione alla risoluzione dell'ONU contro l'omofobia mi pare di pochi mesi fa...noi si che siamo civili! questo non e' fondamentalismo, nonono!
    Ah gia' i cattolici pero' sono bravi perche' loro adesso rompono solo le palle per convertirti e ad amazzare ci han pensato prima, ora si dedicano solo ai bambini! tanto per seguire i ragionamenti della serie "visto 1 visti tutti"
    E come ultima cosa...sul serio? la verita' e' quella che mostrano i tg?! sul serio?! i tg italiani?! ahahahahah siamo a posto allora: siamo tutti ricchi, con lavoro e vita infinita, l'unico male del mondo sono gli sporchi negracci e i musulmani -.-

    RispondiElimina
  88. Tra le scoreggie dell'anonimo pidiellino che ho sentito, forse si è dimenticato di menzionare la crociata della Chiesa contro l'uso del preservativo e contro gli omosessuali e che so... i delitti in famiglia? Quanti sono nelle famiglie italiane? Quante donne muoiono così? Volete che ve le elenco? Andate a vergognarvi e mi accodo a Sarinski: il silenzio è la figura migliore che a questo punto potete fare

    RispondiElimina
  89. cosa c'entra la chiesa con la destra non l'ho capito! io sono di destra e sono atea...e come me molti altri! come ci sono molti di sinistra cattolici e praticanti!quindi lasciate stare la chiesa che non c'entra una minchia!

    RispondiElimina
  90. Si parla di chiesa perche' sembra che solo gli islamici possano essere fondamentalisti, Tutto qui. Bastava leggere i commenti per capirlo.

    RispondiElimina
  91. ho detto che la chiesa cattolica è buona? ho semplicemente fatto notare che si è evoluta assieme alla società, non è rimasta ferma 100 anni fa ma ha cercato di sradicare la parte violenta ed integralista per venire incontro ad una società in continuo mutamento, una società che mal tollera imposizioni troppo rigide ed arcaiche. cosa che la religione islamica mi pare non faccia. La legge sull'omofobia è un discorso diverso che nulla centra con il discorso fatto prima riguardo alla religione.( personalmente sono di destra e considero l'omofobia una vergogna! per puntualizzare.)
    la danimarca sicuramente è un paese multiculturale però vedono la costante avanzata di partiti xenofobi segno che qualcosa forse non va, forse quindi il problema non è solo italiano.
    ultimo appunto lo sai che esite internet? lo sai che su internet trovi tutte le testate dei maggiori quotidiani mondiali? se preferisci la prossima volta ti faccio un elenco delle fonti di informazione che conosco però assumendo il termine tg e molto più semplice e comodo, rende meglio l'idea. e anche in tv non esiste solo il tg 4 ma esiste anche un tg3 ed hanno due linee di pensiero diverse. io sono di destra e l'unico tg che vedo è quello di sky e ti sfido a dirmi sia un tg di destra a disposizione del Governo.

    RispondiElimina
  92. non centra nulla ma almeno ora la chiesa sta aprendo al preservativo seppure nei casi dei paesi afflitti dalla piaga dell'aids. poca ma almeno è segno che qualcosa si potrebbe muovere

    RispondiElimina
  93. Vero, c'e' l'avanzata di partiti di estrema destra (non che i governi storicamente sian mai stati di sinistra eh) ma non contro gli arabi, contro TUTTI! italiani, polacchi, spagnoli, svedesi, americani, indiani ecc... e non per motivi religiosi o criminali o di paura (visto che si vive in tutta serenita'). Se i danesi dovessero decidere che lo straniero non piace piu' almeno loro potranno dire che ci hanno seriamente provato a costruire una societa' migliore e a non discriminare.

    Dall'arroganza delle tue risposte non ho avuto alcun dubbio sulle tue preferenze politiche.
    "ultimo appunto lo sai che esite internet? lo sai che su internet trovi tutte le testate dei maggiori quotidiani mondiali? se preferisci la prossima volta ti faccio un elenco delle fonti di informazione che conosco" bravo, vuoi una pacca sulle spalle? sei contento di aver alzato i toni?!
    Rimane per un mistero impenetrabile come si possa avere accesso ad un'informazione indipendente e continuare a sostenere il nostro primo ministro col voto, ma si sa, ognugno e' DIVERSO.

    Non credo assolutamente che la Chiesa si sia evoluta.

    RispondiElimina
  94. essere di destra non significa essere berlusconiani, Berlusconi non è la destra, è un esponente di un partito. Io sono di destra e spero che Berlusconi non si candidi più perche ormai è troppo vecchio e si è rincoglionito di brutto. anche in sua assenza il mio voto andrebbe a destra perche il mio pensiero trova riscontro li. la destra gioverebbe solamente della mancanza di Berlusconi. la mia risposta era arrogante? ho risposto a tono alla tua ilarità manifestata ad una mia frase, non ti ho detto nula di che solamente che usando tg avevo inteso una pluralità di fondi di informazione che però ho sintetizzato con una sola espressione. non penso di aver alzato i tni però la tua ilarità l'ho intesa come una forma di scherno nei miei confronti, come se io attingessi la mie informazioni solo dal tg4 e quindi ci tenevo a precisare.

    RispondiElimina
  95. Aspettate: prendo i Pop corn!

    RispondiElimina
  96. Aspetto il dopo ballottaggio confidando in un tuo GRANDIOSO post...Perdonami ma ho interrotto la lettura dei commenti per sopraggiunta insofferenza. Poi magari un giorno parliamo di come sono andate davvero le cose l'11 settembre.
    Ti rinnovo tutta la mia stima :)
    Ellis

    RispondiElimina
  97. @ anonimo delle 19,35

    Ho tirato fuori Giordano Bruno per riferire l'esempio di un certo fondamentalismo religioso che è appartenuto e continua ad appartenere - sotto altri aspetti, beninteso (i teo-con non li ho di certo inventati io!) ancora oggi - al cattolicesimo. Non sto facendo un paragone tra religione musulmana e religione cattolica, sto solo dicendo che quello che di sbagliato è ravvisabile in alcuni Musulmani è solo il loro fondamentalismo (ma non perché è musulmano, perchè è fondamentalismo). Poi ho spiegato anche che NON tutti gli immigrati sono e si comportano secondo i dogmi della religione musulmana.

    Se per aver scritto queste cose credi io non sia una persona con la quale si possa colloquiare, allora guarda, mi sta bene così. Tieniti pure la tua ottusità mentale, la tua chiusura verso il prossimo (da qualsiasi paese provenga)e le tue idee e soprattutto l'incapacità di comprendere e di elaborare quello che leggi.

    RispondiElimina
  98. Allora chiedo venia per averla interpretata come arroganza.
    Sta di fatto che il voto di destra da 20 anni a questa parte manda su Berlusconi e contribuisce al mantenimento di opinioni politiche xenofobe, omofobe e anacronistiche in parlamento. Nel 2011.

    La mia non era ilarita', giuro, ma davvero per me rimane incomprensibile come, avendo accesso ad ogni tipo di informazione, e magari viaggiando, non si esca mai dalla necessita' di rinchiudere le persone, i popoli, le situazioni in piccole minuscole scatole con su scritto "buono/cattivo" senza andare oltre.

    Resto dell'idea che se fossero alti e biondi a nessuno gliene fregherebbe una cippa e che la multietnicita' non e' un'utopia, e' una cosa inevitabile, che ci piaccia o no, per sopravvivere dovremo mescolarci, sta solo a noi deciderne le modalita'.

    Saluti.

    RispondiElimina
  99. il problema della destra è che fino ad ora non è riuscita a trovare un successore di Berlusconi in grado di catalizzare cosi tanti consensi, penso che però ora il ricambio sarà obbligato perche sempre di più all'interno dell'elettorato di destra sta crescendo l'insofferenza nei confronti del premier. il mio atteggiamento è quello che suggeriva Montanelli: mi tappo il naso e metto una croce sul partito di centro destra. perche seppure non apprezzi la faccia che viene proposta le mie idee sono li, e voglio che vengano rappresentate. io non sono assolutamente omofoba e non credo di essere xenofoba se dico che la persone che vengono Italia dovrebbero arrivare in modo legale e con un contratto di lavoro in tasca. mi pare difficile non capire che al momento tutti questi sbarchi che avvengono potrebbero incrementare la criminalità perche se una persona rimane senza soldi e senza prospettive di lavoro l'unica cosa che può fare per sopravvivere è delinquere. al momento non credo che l'Italia sia in grado di offrire dei posti di lavoro a tutte le persone che sbarcano qui, se non siamo in grado di garantire delle condizioni di vita migliore a questi clandestini non possiamo accoglierli. è un discorso magari superficiale o per voi ottuso e egoistico però in un momento in cui la disoccupazione è quasi a livelli storici, dove ogni giorno centinaia di operai vengono messi in cassa integrazione come possiamo garantire un futuro a tutti questi clandestini?

    RispondiElimina
  100. @anonimo: ti quoto in pieno!

    RispondiElimina
  101. Minchia non sapete proprio cogliere eh? Era un esempio, diosanto. E' proprio così, continuate a dire che i musulmani sono degli estremisti e che odiano le donne. Ma dove vivete VOI?! Ma ci avete mai parlato con qualcuno di loro? O ascoltate solo il tg5, studio aperto e il tg4? Vi informate anche su altri canali d'informazione o ascoltate solo quello che dice la vostra vicina di casa? E' come se dicessi "ecco, tutti i preti sono pedofili". Secondo voi è vero? Ma siete normali? Ragionate? O parlate così, a cazzo? Io conosco tunisini, marocchini o di religione musulmana che sono delle BRAVE PERSONE. E al contrario, conosco molta più gente italiana che nonostante possa permettersi già quello che desidera, ruba e vive sulle spalle degli altri. Anche il discorso sulla disoccupazione, ma prendete solo le notizie e i fatti che vi fanno comodo? Se vi chiedessero di andare a lavare dei cessi pieni di merda per 4,5 € all'ora ci andreste? Se la risposta è no, e c'è qualcun'altro che vi "ruba" il lavoro, ringraziate anche i vostri genitori che vi hanno messo al mondo in una famiglia che si può permettere di mantenervi. Ve lo dico io che a lavare i cessi ci sono stata e ho lavorato solo ed esclusivamente con stranieri, che si facevano un culo grande come una casa e ringraziavano anche. Dunque, fatevi un esamino di coscienza, siete profondamente ignoranti. Vergogna!

    RispondiElimina
  102. "Betty ma che c'entrano i meridionali e gli americani con questo? Vuoi per caso paragonare i meridionali con gli islamici?"
    No, tesoro, il mio intervento era per far capire che per beccarsi i voti di determinati elettori prendono in mano torce e forconi sul capro espiatorio di turno...

    RispondiElimina
  103. LBetty love infinito per te :)

    RispondiElimina
  104. @LBetty ma hai letto i commenti prima? mi sembri proprio fuori luogo perche non solo i toni della questione si erano calmati ma ci sono stati degli scambi di commenti che definirei civili e una certa propensione ad ascoltare le opinioni degli altri e ora arrivi fuori tu con questi commenti che sinceramente dicono poco ma che mettono solo in evidenza una certa violenza nel tuo modo di esporre le idee.
    la disoccupazione secondo te non esiste? in italia sinceramente c'è e non dipende dal fatto che gli italiani non vogliono andare a pulire i cessi. informati, quante aziende sono in fallimento o in situazioni di concordato? e ci sono situazioni in cui i lavoratori continuano a lavorare anche se hanno gli stipendi arretrati ancora da incassare nella speranza che la situazione si sistemi. questi lavoratori secondo te sono felici di stare in cassa integrazione? nessuno ha detto che gli stranieri rubano i posti di lavoro è stato solo detto che non siamo in grado di garantire a tutti delle condizioni di vita migliori.
    P.S. la violenza con cui ti esprimi ti rende profondamente ignorante

    RispondiElimina
  105. Due cose.

    Uno:

    Sarinski, complimenti per la pazienza. Ci sono tre o quattro commenti che ho letto che mi hanno veramente lasciata a bocca aperta. Suppongo tu sapessi che avresti potuto leggere alcune di queste frasi assurde (usando un eufemismo) scrivendo un post del genere e nonostante questo lo hai fatto e stai rispondendo senza farti esplodere le vene del cervello. Doppio di stima, io non ci riuscirei mai :D

    Due:

    a tutti i vari anonimi. Ho notato che per con alcuni di voi bisogna parlare con parole semplici e coi fatti, non con ideologie strane e con esempi del compagno di banco che teoricamente richiedono una certa astrazione palesemente non colta.

    Voilà:

    Io vivo in Belgio. Negli anni '50 ci fu un enorme flusso migratorio di Italiani in Belgio, come manodopera per le miniere.

    Solo nei primi due anni ('46-'48) gli emigranti Italiani in Belgio furono circa 70.000 (senza contare le famiglie che li seguirono).

    In breve gli Italiani minatori divennero il terrore nella zona mineraria: stupri, violenze, rapine. Certo, non tutti ma alcuni casi bastarono a scatenare la xenofobia.

    Oggi gli Italiani in Belgio, un Paese poco più grande della Toscana che conta solo circa 10 milioni di abitanti, sono circa 300.000 (senza contare gli Italiani di seconda generazione con solo passaporto Belga che sono uno sproposito)

    E' la comunità più numerosa in Belgio dopo i belgi stessi (per l'appunto). Solo dopo vengono i Turchi. Solo dopo vengono i Nord Africani.

    In Belgio, soprattutto nel sud (in Vallonia) ITALIANO E' SINONIMO DI IMMIGRATO.

    Vogliamo parlare degli immigrati in Germania, poi?
    Di come, in vacanza-studio con la scuola nella zona della Saar (una ex-zona carbonifera, pure) il mio gruppo fu aggredito (verbalmente e molto minacciosamente) in un pub perchè li' da molti (ignoranti) essere Italiani significa essere potenziali immigrati violenti che rubano il lavoro agli onesti tedeschi?

    Io non ci credo che avete girato il mondo, che lo vedete cosa succede anche all'estero perchè avete viaggiato.
    Quello che vedo io non è tutto rosa e fiori, come il mondo che accusate Sarinski di aver dipinto, ma non lo è per colpa dei "musulmani" e degli "islamici". Lo è per colpa della paura, del terrore anzi, e dell'ignoranza.

    E lo dico perchè, da emigrata se mi posso considerare tale, ho sperimentato più volte tutto questa intolleranza sulla mia pelle (e non sono andata là a rubare il lavoro all'onesto Belga puntandogli il coltello alla gola eh, mi ci hanno chiamato loro a fare il Dottorato)

    La prossima volta che uscite dall'Italia, uscite dai villaggi Valtour e dai week-end turistici fatti di corsa grazia all'offerta Ryanair e guardatevi intorno. Se sapete due parole di inglese e un'improvvisa pazzia vi fa venire l'insana voglia di parlare con la gente, fatelo.

    Sono sicura che, che siate di destra o di sinistra, in certi casi il colore politico conta il giusto, riuscirete a capire un sacco di cose.

    Auguri.

    Al

    RispondiElimina
  106. (perdonami Sarinski, non volevo scrivere un post. M'è presa la mano XD)

    RispondiElimina
  107. la polemica fa nascere buoni propositi di solito,di solito.

    nessuno fa di tutte le erbe un fascio,ma purtroppo l'elettorato giovane pdl,è davvero ridotto in questo stato.
    che ringraziassero mamma e papi per essere borghesotti, e vivere in questa milano che è più forma che sostanza.

    per il resto,largo ai programmi elettorali "giusti", se ce ne fossero.

    RispondiElimina
  108. Grazie per questo post, purtroppo alcune posizioni, soprattutto sull'immigrazione, derivano dall'ignoranza e nessuna voglia di informarsi. E non so come fai a tenere su facebook amici che pubblicano queste cose o credono davvero che lo straniero sia il nemico! Poi come diceva qualcuno più su sono ben disposti a trasferirsi in Inghilterra, Francia, Germania o altre nazioni dove le moschee ci sono e guarda caso non hanno causato problemi...

    b.

    RispondiElimina
  109. @Anonimo. Io ho detto che la disoccupazione non c'è? Dove lo hai letto, fammi capire un attimino. Tu non sai se io o qualcuno della mia famiglia lavora o ha lavorato in aziende che hanno chiuso o hanno messo i propri dipendenti in cassa integrazione. Non lo sai perché non sai chi sono, ma ti dico che è così e che quindi parlo con cognizione di causa. Sai cosa faceva il mio compagno quando era in cassa integrazione? Pensi che stesse a casa a grattarsi le balle? Non è così, quindi se mi permetti, posso assicurarti che ho conosciuto gente che piuttosto che abbassarsi a lavorare in posti di lavoro molto umili, ha preferito stare a casa e vivere con la propria cassa integrazione e lamentarsi perché non aveva i soldini in tasca. Chi vuole veramente farsi il culo per vivere ci riesce, credimi. E' che siamo abituati a vivere nella bambagia e la verità è che ci fa tanto comodo lamentarsi, ma poi non rinunciamo al cellulare, al computer, alle scarpe, ai jeans nuovi...
    Chiedo scusa se i miei toni vi sono parsi offensivi, ma non mi sento affatto ignorante. Diciamo pure che sono rafforzativi, ahahaha -.-'
    Posso darvi un consiglio? Perché non ve ne andate voi dall'Italia se è un posto così invivibile, e poi ne riparliamo. L'integrazione è il futuro gente, ci scommetto il culo.
    Ops, ho scritto culo, dovevo dire sedere? Deretano? Così sarei stata meno ignorante?
    Quando non si sa cosa rispondere si comincia a offendere... Mi ricordi tanto qualche personaggio... PENA.

    RispondiElimina
  110. Hai perso la mia stima

    RispondiElimina
  111. Immotivatamente anonimo, e ne ho guadagnata da persone di valore, sicché...

    Avete già scritto tutto, ma rispondo solo all'anonimo un po' più sopra: qui non c'è censura, ma gli imperativi li metto io.

    Ringrazio ancora tutti.

    -S

    RispondiElimina
  112. che discussione sterile e tu sarinski datti una sgonfiata!

    RispondiElimina
  113. Ora aver detto la verità è darsi delle arie Vanio? -.-

    RispondiElimina
  114. Ma sulle cosce 'na sgonfiata? Ma magari!

    RispondiElimina
  115. AHAHAHAHAHAHAHAHHAAHHAHAAHAHAHHAHAHAH!!! elegante epic win di Sarinski

    Sarì, 230 like a questo post tra cui il mio, mi sembra che mai prima tu abbia raggiunto un successo simile (anche se pure il post sulla ru486 tanta roba) ed è normale portarsi dietro anche qualche commentatore della domenica che non sa con cosa riempirsi la bocca, vai forte!!! :-)

    RispondiElimina
  116. Che poi son simpatici 'sti anonimi, eh! "ma hai letto i commenti prima?" ma firmati almeno, pirla... Sara sei un genio, se fossi un uomo ti chiederei di sposarmi. <3

    RispondiElimina
  117. Sarinski ti amo davvero troppo.
    Come fai a sopportare i commenti di certa gente senza avere manie omicide?
    Mi chiedo se nel 2011 certa gente non si vergogni a scrivere certe cose..

    Cae.

    RispondiElimina
  118. concordo, conconcordo e concordo.

    Grandi parole, Sara, la mia stima per te cresce sempre di più.

    RispondiElimina
  119. Bellissimo post. Complimenti, così mi piace vedere la gente!

    RispondiElimina
  120. Hai detto tu stessa che tuo padre è di destra e voterà la Moratti..perchè non provi a fargli qualche domanda visto che come dici tu in una risposta ad un commento: " probabilmente è proprio una delle menti brillanti che vota PDL e che ha condiviso queste schifezze, che persona sfortunata"

    RispondiElimina
  121. Pecchi di ingenuità, Anonimo, se non pensi che siano queste le domande che gli sono state rivolte negli ultimi 17 anni.

    Grazie a tutti, ma veramente, grazie.

    -S

    RispondiElimina
  122. Da lunedì ventata di aria nuova, me lo auguro, ve lo auguro, lo auguro all'Italia. Speriamo.

    RispondiElimina
  123. Vittoria, vittoria, vittoria! Finalmente.

    Daniela

    RispondiElimina
  124. Ho i brividi e mi viene da piangere. Sei fantastica.

    RispondiElimina

There is a lot of Sarinskiness here.

Messaggi da darmi, cose da dirmi, insulti, pubblica gogna,
sfrenati, folli e disinibiti apprezzamenti, qui
Grazie

-S