SARINSKI, ROSE E IL TITANIC

 “Si può essere blasé riguardo ad alcune cose, Rose, ma non riguardo al Titanic.” - Cal Hockley

Dopo avervi messi al corrente del mio rapporto poco sereno con Batman, è bene che l'umanità tutta sia informata nei più particolareggiati e tragici dettagli della mia relazione con Titanic
Non ha perso questa ghiotta opportunità - e che gente in gamba, lasciatemelo dire - la 20 Century Fox che, in occasione dell'uscita in Blu-Ray 2D e 3D del film questo 14 Settembre, mi ha inviato una Titanic Box contenente un libro inedito e il film in versione DVD, Blu-Ray 2D e Blu-Ray 3D. Lo ha fatto badando anche a scrivermi un delizioso biglietto vergato con un pensato inchiostro rosa, che ho molto apprezzato. 
Naturalmente, questo per dirvi che sono risentita con tutti voi altri che invece non mi avete inviato nulla, niente, manco una minchia in umido. Non so dirvi quanto mi abbiate delusa. Tuttavia, ho deciso di regalarvi lo stesso la mia esperienza con Titanic perché sono un despota illuminato e benevolo e ho fiducia nel mio popolo. 

Guardate che bellezza:
Dovete sapere che nella versione Home Video di Titanic sono presenti ben 29 scene tagliate e un finale alternativo che, dopo quattordici lunghi anni, mi hanno permesso di fare finalmente pace con quella scriteriata, dissennata, rompicoglioni, scemadeficiente, rincoglionita, stupidapazza di Rose DeWitt Bukater in Dawson.

Era il 1998 e mi è stata antipatica dal primo istante. Ci siamo recati a vedere Titanic in una freddissima sera d'inverno, su bizzara e quantomeno stravagante iniziativa di mio padre. Io di sta bagnarola non ne sapevo assolutamente niente e ricordo che ero già contrariata dai capelli ricci e rossicci della protagonista, che mi avevano turbata da subito e che non avrei accettato mai. La osservavo sulla locandina, dietro il vetro sferzato dalla pioggia, e la odiavo con tutte le mie forze:
Ma che palle! Ma che coglioni! Ma chi cazzo è sto Titanic adesso? Io ho tutta una collezione di miniprofumini da amare a casa! Devo catalogare gli orecchini adesivi del Cioè! Non ne trovo più uno viola a forma di luna! Alle 20:35 dovevo chiamare la Bene per parlare di Nick Carter! Ho tutte le cassette da riavvolgere con la matita! No, non penso proprio che quegli adesivi si attaccheranno da soli sulla mia Smemo, mamma! Cazzo che palle divelte che mi state facendo con queste uscite famigliari!

Probabilmente i miei genitori credevano di stare facendo cosa gradita portandomi a vedere Leonardo Di Caprio, ma cosa ne potevo sapere io allora? Cosa ne potevo immaginare delle eterne discussioni furibonde che ci avrebbero poi intrattenuti in lacrime sulla malvagia ragazza ricca che, senza nemmeno avere il merito della bellezza, limonava con ROMEO MONTECCHI? Sì, perché allora lui era per me ancora solo Romeo Montecchi, e non già Jack Dawson, e non potevo proprio sopportare che non se ne stesse morto avvelenato in una cripta di Verona Beach abbracciato alla cretina che era stata lì senza parlare a compiacersi delle volte ad arco della Chiesa mentre lui ingoiava la fiala letale.
E dove me lo ritrovo? Su una cazzo di nave prossima al naufragio con UN'ALTRA cretina!

A parte il duro scontro con la realtà della tragedia e il magone incontrollabile che senz'altro coglie pensando alla sua evitabilità, sono uscita dal cinema come tutti: incazzata come un tasso del Miele, che sono piccoli, ma aggressivi.

Come tutti, tornando verso casa ho alzato il riscaldamento della macchina tanto da creare il microclima adatto per la cottura dei fagiolini al vapore sulla leva del cambio e una dilatazione dei pori ideale alitando sui finestrini per una sempre agevole pulizia del viso e, godendo del calore, ho imprecato. 

Ho imprecato tantissimo.

Mi sono fatta le stesse domande che poi ci saremmo fatti tutti per anni, consacrando Rose a eroina più odiata della storia del cinema: ma perché non si è spostata? Ma non potevano fare a turno? Ma Santa Merda il Titanic ha una stazza lorda di quarantaseimilatrecentoventotto tonnellate, non c'era un'altra porta? Una sedia? Una panca? Un Picasso? Un Monet che doveva ancora essere dipinto? Niente? Ma vai un po' più in là con quel culo! 
Rose, mi rivolgo direttamente a te, non te ne potevi stare sulla scialuppa che sulla porta ci stava lui adesso?
E capisco la situazione d'emergenza, capisco anche il Rigor Mortis, Rose, ma la sua mano la potevi staccare pure con più grazia prima di farlo affondare per sempre  nei flutti eterni dell'oceano per colpa tua.
E, parlando di Oceano, quel diamante, quel diamante lì, stupida, vecchissima, ma pur sempre deficiente Rose, non lo potevamo tenere? C'era tua nipote a cui pensare, quella bella ragazza coi jeans a vita alta che si stava lavorando il cacciatore di tesori sommersi, presente il cacciatore di tesori, Rose? È quello a cui hai rovinato la vita. E c'era la beneficenza pure, volendo. Lo potevamo donare, che ne so, a un museo, non era neanche tuo, centoduenne rincitrullita dalla demenza senile, era di Luigi XVI! Tu pensa a Maria Antonietta come si incazzava! 
Ma non hai avuto un'idea che non fosse una stronzata per tutto il film, quindi cosa vogliamo aspettarci da te, DeWitt Bukater, maniaca suicida amante dei beccucci a farfalla e quindi persona sospetta.

Mi sono fatta però anche altre domande importanti e sottovalutate: ma da quale zona d'Italia proveniva Fabbrizzio - Figghiodibbuttana - Rossi? E quali i suoi problemi con le sopracciglia? E che ne è stato della bella ragazza bionda, Helga, che ballava con lui quella sera in cui Rose ha mostrato i suoi alluci imbarazzandoci tutti? Fabbrizzio e Helga si sarebbero potuti amare? Madame Bijoux è poi uscita dal tunnel della droga? Com'è che in Chiesa durante la funzione si accorgono tutti di un Jack Dawson di Chippewa Falls sbracciante e bellissimo tranne TE, capricciosa diciassettenne? DICIASSETTENNE? Ma la pesca dei calamari a Los Angels è rinomata? Te la metti una crema ogni tanto, Rose, che hai una pelle secca che manco con la Neutrogena formula norvegese adesso te la reidratiamo? Hai visto che hai anche degli antiestetici peli sul mento? Ce li lasciamo crescere per fare le ribelli? Olaf e Sven che fine hanno fatto? E la tua cameriera, Trudy? E le pellicce di tua madre, Ruth DeWitt Bukater? E Lewis Bodine invece ha poi smesso con le patatine nel sacchetto? Lo schiaffo Cal non te lo poteva tirare più forte e anche da parte nostra? Quella tenera famiglia mediorientale che stava lì col dizionario Inglese - Arabo senza capire una mazza si è poi salvata?

Con queste domande in testa sono tornata a casa, ma state tranquilli: ho ritrovato l'altro orecchino a forma di luna. Mi sono addormentata nel mio letto godendo del calore delle coperte come Britney dopo che Kevin Federline è diventato grasso come un manzo da brasato.

Per anni non ho più guardato Titanic con attenzione, mi faceva arrabbiare, stavo troppo male per tutte quelle persone morte ingiustamente. Finché non mi è capitato di rivederlo proprio in occasione della sua uscita in Blu-Ray grazie al regalo della 20 Century Fox, con la gioia pazza di avere 29 scene nuove di zecca, affamata di spiegazioni.

Il fim fa ancora male come guardare a dieta una pizza ai peperoni ed io non oso immaginare quale livello di immedesimazione si possa raggiungere vedendolo in 3D. 
Quello che invece mi ha veramente sorpresa è stata la scelta, a mio dire scriteriata e quindi se il dire è il mio è quello e basta, delle scene tagliate perché in quelle 29 scene sono racchiuse le risposte alle tante domande e ai comportamenti incomprensibili e nascoste le chiavi per capire davvero e fino in fondo il personaggio di Rose e la sua odiosa testardaggine. 

Dopo tutti questi anni, io l'ho perdonata. 
Lei, non il suo culone, quello lo odio ancora. 

Ora ho però un nuovo nemico: James Cameron. 

Tagliando 29 scene, il nostro James ha fatto passare Rose per una pazza psicopatica: prima, fanatica dei materiali edili che con un fidanzato arrestato che sta per annegare ha la prontezza di dire che no, le chiavi sono tutte in OTTONE;  poi, spensierata craniolesa che canticchia come una demente sdraiata su una porta in mezzo al cazzo di Oceano Atlantico senza apparente motivo. Eh, se non ce lo fai sapere che quella era la canzone che cantava con lui, James.

Possiamo pensare che forse James abbia fatto bene a farcela odiare, che lo abbia fatto per noi, che se avessimo anche empatizzato con lei dopo tutto sto dramma ci saremmo uccisi all'uscita ingerendo un bidone di pop-corn, ma ha purtroppo anche tagliato le scene più significative, intense o divertenti - come l'esilarante palestra primi '900 del Titanic, l'ospitalità degli Irlandesi (fossi un'Irlandese ne sarei molto risentita) e un meraviglioso dialogo in cui è coinvolto del brodo caldo - e completamente escluso un personaggio, il cuoco, che senza dire mai una parola commuove profondamente.
Il regista ha poi scelto di non inserire il finale alternativo che avrebbe finalmente dato un senso e una chiusura logica a tutto il film. 

Tuttavia il fim è di James e fa quel che vuole, ma c'è anche un motivo ben più grave per odiarlo: ha tagliato tutte le scene in cui si vedono bene gli interni e questa è una cosa che noi maniaci del design non possiamo perdonargli. 

James, io ti odio.

Spero non mi sarete blasé su Titanic, che porco Iceberg non è figo per niente e allora non siete i re del mondo, perché io trovo che nonostante sia stato già detto tutto, ci sia ancora molto da dire.

 -S

35 commenti:

  1. no ma dico, e l'orchestrina che continua a suonare? gia' non me ne capacitavo da bambina quando me ne parlava il nonno...ma cosa cavolo ti dai alla mazurka mentre tutto intorno a te affonda???ma manda tutti a quel paese e usa il violoncello come zattera!!!

    RispondiElimina
  2. leggerei qualsiasi cosa scritta da te
    c

    RispondiElimina
  3. Spero ti regalino anche i cofanetti di Lost

    RispondiElimina
  4. Ti stimo, come disse la Pina a Fantozzi. E in questo "ti stimo" c'è un grandissimo affetto che scaturisce solo dal leggerti. Pensa te, se ti vedessi.
    Però, un po', mi stai anche sul cazzo perché anche io volevo il mega box super deluxe con i dvd. E che cazzo. Sono la figlia della serva?

    Titanic non l'ho più visto da quel piovoso giorno dei miei lontanissimi 15 anni. Ci pensi? E certe scene, che hai raccontato, e personaggi nominati, sono riemersi alla memoria prepotenti come il culo di Rose e quella sua memorabile scatarrata che fece rabbrividire la femmina che c'è in me.
    Mi hai fatto venire voglia di riguardarlo. Cosa che mi permetterebbe un congruo risparmio in termini economici. Pare che su quella nave ci fosse tutto il MOMA. Almeno posso starmene tranquilla a casa e non spendere soldi in aerei.

    RispondiElimina
  5. Cosa? James Cameron pezzo de merda! Le riprese degli interni e degli arredi sono F O N D A M E N T A L I! Che cazzo le tagli? Ti butterei in mare come il Cuore dell'Oceano.

    Sara, minchia se ti adoro. <3

    Silvia.

    RispondiElimina
  6. Non ce la posso fare: Titanic mi stimola la minzione, è più forte di me. Non mi piacque allora al cinema e non mi è mai piaciuto in seguite. Leonardo e Kate sono or ora i miei attori preferiti, grazie a tutti i film fatti prima e dopo, ma questo film per vale solo perché li ha visti insieme per la prima volta. La seconda, con Revolutionary Road, è andata decisamente meglio!

    RispondiElimina
  7. Non ho mai visto il film per intero, mi annoia a morte.
    Questa immagine, però, mi pare appropriata https://fbcdn-sphotos-g-a.akamaihd.net/hphotos-ak-ash3/548118_10151413300103916_1964312766_n.jpg.
    Eve

    RispondiElimina
  8. ahahahahahahah spettacolare il tuo post! io ho il triplo dvd con tutti i retroscena della realizzazione del film che è spettacolare...ma il finale alternativo mi manca!!!! che io debba comprare l'ennesimo dvd di titanic????

    RispondiElimina
  9. Ma mai visto. Mai, mai, mai. A causa della Winslet. Dovrei ripensarci?

    RispondiElimina
  10. Post stupendo, esilarante. Mi vergogno un pò a dirlo, dopo 4 visioni al cinema nel lontano '98 e una in 3D quest'anno, ma considero Titanic il film che ha segnato la mia adolescenza..
    Mi sono sempre chiesta anch'io come fosse possibile che lei non ci mettesse un pò di cazzo d'impegno per far posto a lui su quel portone d'ingresso galleggiante o che in mezzo a quel perimetro da stadio in cui era appena affondata la nave non ci fosse un altro pezzo di legno su cui riparare..ma James ha voluto così e in fondo io stessa sono sempre stata convinta che se Jack e Rose fossero riusciti a salvarsi avrebbero fatto la fine di un pò tutte le coppie che si smontano come la maionese...

    Ma qualcuno ha mai notato il padre di famiglia che dice addio a moglie e figlie nella scena in cui Rose sale sulla scialuppa per poi risalire sulla nave? Si sarà salvato? Quel pezzo mi mette il cuore in gola!

    RispondiElimina
  11. No, sia mai, non vorrei essere blasé per nessuna ragione! Bel post!

    S.

    RispondiElimina
  12. Quando è uscito Titanic avevo 7 anni e i miei genitori mi vietarono di andare al cinema perchè pensavano sarei rimasta traumatizzata. Ovviamente, la mia compagnetta delle elementari l'aveva visto e ne parlava a ruota: ogni volta che veniva a casa mia voleva giocare "a Jack e Rose" (ogni volta, puntualmente, si svolgeva la scena del "ballo" in terza classe) costringendomi a fare Jack. Riuscii a convincere i miei genitori a comprarmi la video-cassetta. Ho visto Titanic 52 volte (Mamma, Papà, poi parliamo del fascino del proibito) e tutte le volte con mio fratello accanto, che è del '96. Credo sia un mio diritto, a questo punto, ricevere il cofanetto con le 29 (29, dio santo, roba che Rose potrebbe anche essere dimagrita nel frattempo e non l'ho mai saputo) scene inedite e con il finale alternativo. Dove lo trovo?


    Il piccolo Jack cresciuto
    o @ChiaraBenvenuto

    RispondiElimina
  13. Ma con finale alternativo intendi questo http://www.youtube.com/watch?v=Ca1XgwfFYsU ? perchè se è questo io l'ho trovato brutto , preferisco l'altro, sono curiosa di vedere le scene tagliate.

    RispondiElimina
  14. Dimenticavo, Sara ti amo.

    @ChiaraB

    RispondiElimina
  15. Ti prego, ti fai pagare?Non è concepibile che tu non sia ricoperta d'oro per ciò che scrivi!Detta la cosa più importante, condivido con te l'eterno odio per il culo della culona e ogni volta che leggo "minchia in umido" mi fa subito casa <3

    RispondiElimina
  16. solo tu potevi farmi scompisciare dal ridere sul Titanic.
    Love U :*

    RispondiElimina
  17. Ok, il film sarà pure di James però non è che uno prima ci mette un tot a realizzare un film (che onestamente ci aveva sfracassato un tantino le palle), e poi dopo 14 anni se ne viene e dice: "Oh, minchia, scusatemi!!mi sono dimenticato di montare un fottìo di scene!No, no...avete ragione voi, sono un rincoglionito, però sapete com'è, con tutta l'umidità che c'era sul set ai tempi mi s'era annacquato il cervello diobono!!!"
    @Evil_Leprekawn

    RispondiElimina
  18. Nice.^^
    Maybe follow each other on BLOGLOVIN and GFC???
    My Blog

    RispondiElimina
  19. Mi piace tanto come scrivi! Migliori le mie giornate! :)

    RispondiElimina
  20. Ciao.
    Devi sapere che è due giorni che sto leggendo a più non posso questo cappero di blog. Ti odio. Ti adoro, lo sai? No, ti odio perché mi fanno male gli occhi.

    Diciamo che in questi due giorni (credo, ho perso ogni riferimento temporale) di dolore lancinante alle cornee ho capito di amarti profondamente e di volerti stalkerare dibbrutto.

    Scherzo, però mi piace assai il tuo blog.
    Scrivi molto bene, oltretutto; puoi anche parlare di argomenti insignificanti come cacche volant..t..ti Ok no, questo sì che sarebbe davvero interessante. Insomma, dicevo? Non importa di cosa parli, rendi interessante e divertente ogni post. Perciò tanto di cappello.

    P.S. Ti perdono il fatto di essere figa (odio chiunque sia figa per ovvi motivi e spero vivamente che la tua figaggine sia frutto esclusivamente delle foto truffa - vedi, ho letto veramente i tuoi postsss!)

    P.S.(2) Tante Rose culone.

    P.S.(3) Non ricordo assolutamente come ho trovato questo blog.

    RispondiElimina
  21. grande! davvero divertente e non riesco a smettere di ridere! :)

    RispondiElimina
  22. sei tornata a scrivere cazzate, era meglio il silenzio stampa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma non stare qui a farti venire il fegato marcio allora, che mi dispiacerebbe.

      Elimina
    2. anonimo ma buttatece tu nell'oceanoooooo!!!

      Elimina
  23. Ciao, premetto che mi piace tantissimo il tuo stile e trovo i tuoi post molto divertenti.

    Volevo solo chiederti una cosa: perché nel pezzo di Batman ti accanisci contro chi sostiene che sopra i 50 kg una donna sia grassa e poi dai della culona alla burrosa Rose (taglia 44)? Non e' un po' contraddittorio? Vuoi vendicarti e fare subire lo stesso trauma alle povere avventrici di questo blog con qualche curvetta (di troppo?! Vedi, già la mia autostima e' stata minata!)
    A me di lei piaceva proprio il fatto che un Principe Azzurro come Leonardo di Caprio (quando ho visto il film avevo 12 anni e questo era l'effetto che faceva ai mie ormoni adolescenziali) potesse innamorarsi anche di una non precisamente strafica e perfetta. Insomma la culona mi ha ha fatta sognare (forse illudendomi) che quel bellissimo ragazzo di terza media di cui ero perdutamente innamorata potesse notarmi (cosa puntualmente mai verificatasi) ma, per sognare, "ci resterà sempre il Titanic".
    Grazie,
    Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesca, grazie mille per leggermi e per i complimenti.

      Domanda interessante, molto.

      In questo post ho scritto "culone" per ironizzare sull'ormai rinomato fatto che su quella porta ci sarebbe stata anche tutta l'offerta Eminflex Materassi compresa la bici col cambio Shimano.
      A me le ragazze cicciottine piacciono parecchio, ne ho due o tre nella mia rosa di preferite (amiche, bloggers, ragazze che conosco solo di vista) che non vorrei dimagrissero mai perché mi piace osservarle così a loro agio e consapevoli, mentre io non sono capace di esserlo anche con solo un grammo in più e mi preferisco con qualche chilo in meno, così come lo preferisco per altre persone.
      Per me quelle della mia rosa sono perfette così. Altre non mi piacciono comunque, anche se sono magre come chiodi. Rose non mi piace. Tutto qui, non è un discorso universale, non vale certamente per tutte le lettrici del blog e il mio gusto estetico non è legge universale.

      A volte faccio satira sui chili di troppo perché prima di tutto ironizzo sui miei chili di troppo e difetti (di cui sono abbondantemente consapevole) e perché vedere qualche figa con qualche chilo in più portato male o qualche difetto fa sempre piacere, un piacere subdolo e malefico di quelli che piacciono a me, che sono una maledetta pettegola.

      Il discorso sarebbe ancora lungo e tortuoso, ma spero di aver cominciato a chiarirti il mio punto di vista.

      Grazie mille per avermi dato uno spunto per riflettere, ci penserò ancora.

      -S

      Elimina
    2. Domanda interessante, molto.

      Risposta interessante, molto.

      Perchè ci fa capire come ragioni: alla cazzo di cane.

      Elimina
    3. Uuuhhh cheppaura! Passami un asciugamano che devo sciaquarmene la ciolla di questa critica così educata e costruttiva.

      Elimina
  24. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  25. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  26. Grazie mille per avermi risposto, Sara.

    Ti seguo da parecchio perche' sono una sottospecie di blogger e per sei fonte di grande ispirazione (e risate).
    Dato che il mio principale lavoro e' un altro, cerco di dedicarmi a facebook ed al cazzeggiamento online solo nei ritagli di tempo (o quando sono in bagno, non avendo la Gazzetta o il Corriere della Sera... così ora sai dove sono stati partoriti questi pensieri) altrimenti mi distraggo troppo.
    Vivo da 4 anni all'estero e, in merito al discorso che facevamo prima, devo riconoscere che in base alla mia esperienza noi italiane siamo le più acidelle/mestruelle quando si tratta di commentare altre donne. Credo che ce l'abbiamo nel DNA, cosa ne pensi?
    Io sono molto più di "bocca buona": vedo il bello dappertutto e mi piacciono dettagli nelle persone che comunemente vengono considerati difetti (ho un feticismo per le orecchie a sventola ad esempio :)
    Avendo avuto come te disturbi alimentari ho imparato (dopo 2 anni e migliaia di dollari spesi letteralmente in chiacchiere) ad essere più clemente, con me stessa e con le altre. E, Dio, come sto bene!
    Quando incontro una donna più bella di me non mi rodo il fegato di invidia o non gioco a trovarle difetti... al massimo la invito a cena ;p
    Scusa se mi sono dilungata, tranquilla non ho manie espansionistiche sul tuo territorio.

    Complimenti di cuore da Far Far Away,
    Francesca

    PS. “Si può essere blasé riguardo ad alcune cose, Sara, ma non riguardo a James Cameron" :))))))))

    RispondiElimina
  27. Ancheee io lo voglio!! mondo ingiusto!! ti prego dimmi di più sulle scene inedite!

    RispondiElimina

There is a lot of Sarinskiness here.

Messaggi da darmi, cose da dirmi, insulti, pubblica gogna,
sfrenati, folli e disinibiti apprezzamenti, qui
Grazie

-S